Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Musica
 
» Prima Pagina » Cultura Roma » Musica
 
 

Testaccio: apre il Kind of Blue

nuovo locale di musica jazz

di Nicola Navazio

Nel cuore di Testaccio apre il “Kind of Blue”, un nuovo locale dove la vera padrona di casa è la musica, in particolare il jazz, vecchio e nuovo, dal dixieland al cool, dallo swing al contemporaneo, con i maggiori protagonisti della scena capitolina. Il martedì e il mercoledì è dedicato ai giovani talentuosi che si confrontano di volta in volta sul palcoscenico di via Monte Testaccio 38 in una jam session tematica tra standards jazz e originals. Il giovedì, il venerdì e il sabato, invece, i concerti con i musicisti del momento. Appuntamento fisso la domenica con le orchestre Dixieland che propongono repertori anni ’20-’30. Il pubblico viene così invitato non solo a seguire la musica ma a conoscere anche l’affascinante storia del repertorio che verrà proposto. La sfida degli organizzatori è quella di far rientrare nella cosiddetta “vita localara” romana la realtà della live music e della cultura tout court, come cinema e arte contemporanea. Far convivere tradizione e innovazione. Insomma, non solo concerti live jazz, ma anche musica e film, proiezioni, dibattiti, live exhibition e mostre. Ed ancora, un angolo per leggere. In collaborazione con la Libreria Rinascita, c’è difatti uno spazio dedicato a riviste di settore, a biografie di autori della storia della musica. Oltre 50 titoli di libri dedicati alla musica. Un’area del locale pensata per il relax e la cultura. Libri e riviste sono naturalmente in vendita. Da rilevare, infine, che il palcoscenico è dotato di un impianto di amplificazione e di strumentazione di alta qualità e sarà animato da giovani e meno giovani, da volti noti e meno noti. Ogni sera, appena finito il concerto, viene consegnato ai musicisti un cd serigrafato con il live della serata.

Ad inaugurare la stagione, stasera, il Trio di Elisabetta Antonini con “Certi angoli segreti”, un progetto che prende il nome da una composizione di Enrico Rava. Musicista versatile ed eclettica, dotata di una forte personalità artistica, con questo progetto la Antonini ricrea l’atmosfera rarefatta e avvolgente in cui tutti prima o poi ci rifugiamo quasi con il tentativo di catturare le sensazioni di per sé inconsistenti e difficilmente afferrabili.

Una voce, un pianoforte e un clarinetto: una formazione minimale ed essenziale (con Alessandro Gwiss e Gabriele Coen) scelta appositamente per dipingere l’intimità di quegli angoli segreti, luoghi privati reali o immaginari in cui il tempo si ferma, la memoria svanisce, la realtà si dissolve nel sogno. Nonostante il linguaggio sia di stampo tipicamente jazzistico la poliedricità e sinergia dei musicisti li porta ad esplorare anche altre ambientazioni dove echeggiano tanghi, ritmiche popolari, tradizione europea, musica etnica ed antica. Chi ascolta viene completamente immerso in una atmosfera imprevedibile. A volte evocativa e malinconica, a volte ironica e spensierata, una sorta di impressionismo sonoro dove la passionalità si alterna alla delicatezza delle melodie con un risultato ricco di suggestione.

Altra sorpresa della serata inaugurale la mostra di Fabiana Fusco, “Gioielli. Tutta un’altra musica”, che per le sue creazioni si ispira al jazz e alla danza. Un’esposizione che racconta storie insolite, evocando emozioni e desideri con monili lontani dai soliti cliché che parlano, suonano e danzano. “Attraverso la musica – spiega l’orafa romana - il percorso che sottende alla creazione di un ornamento che è parte di te, legame istantaneo che dalle mani passa al cuore al ritmo delle bacchette sui piatti, leggero come il suono della tromba filtrato dalla sordina, percorre in una corda che vibra i tuoi sensi, scivola in una doccia di note lungo il tuo corpo, ti ascolta, nel profondo, direttamente dal cuore”.

Il “Kind of Blue” si trova in via Monte Testaccio 38 ed è aperto dal martedì al sabato dalle 18.00 alle 02.00. Mentre la domenica aperitivo dalle 19 e concerti Dixieland.

[17-03-2008]

 
Lascia il tuo commento