Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Alitalia accetta l'offerta Air France-Klm

previsti 1.600 esuberi

L'Alitalia ha accettato all'offerta vincolante di Air France-Klm dopo una riunione fiume del cda terminata nel cuore della notte.

Per evitare il fallimento, il board ha dato il via libera all'offerta pubblica di scambio sul 100% delle azioni di Alitalia con una permuta di 160 azioni Alitalia per ogni azione Air France-Klm e un'offerta pubblica di acquisto sul 100% delle obbligazioni convertibili Alitalia (prezzo unitario di 0,3145 euro, pari al prezzo di mercato del 14 marzo 2008).

Aumento di capitale e linea di credito. Una volta completate con successo le offerte, Alitalia delibererà un aumento di capitale per un miliardo di euro, interamente garantito da Air France-Klm. Per far fronte all'allungamento dei tempi per l'integrazione e l'aumento di capitale e per lo slittamento dei tempi di dismissione di asset non strategici, il ministero dell'Economia deve concedere ad Alitalia una linea di credito da rimborsarsi subito dopo l'esecuzione dell'aumento di capitale. La Compagnia di bandiera, Alitalia, manterrà un ruolo autonomo, identità italiana e proprio marchio, logo e livrea.

E' prevista una riduzione complessiva del personale di circa 1.600 unità, in linea con il piano di sopravvivenza/transizione al 2010 rispetto al 2007: oltre al turn over fisiologico, si farà ricorso ad esodi volontari incentivati ed agli ammortizzatori sociali.

Cgil, Cisl e Uil per il momento non si espongono: "Quando conosceremo la proposta potremo fare valutazioni più precise", ha detto Luigi Angeletti della Uil. Però dalla Cisl Alfredo Bonanni se la prende col governo. "L'esecutivo - ha detto il sindacalista - e questo è molto grave, ci sta consegnando nudi alla trattativa con Air France. Questo è un danno per i lavoratori, le infrastrutture e gli interessi generali del Paese".

L'attività degli aeromobili all-cargo si ridurrà progressivamente fino a cessare nel 2010 mentre torneranno in Alitalia alcune attività della manutenzione e del ground-handling oggi nel perimetro di Alitalia Servizi. Addio nel breve termine a MD80 e regional, ma la flotta tornerà alla crescita a partire dal 2011 con aerei di nuova generazione. Il piano 2008-2010 prevede investimenti complessivi per circa 850 milioni di euro principalmente per il rinnovamento della flotta e iniziative di marketing.

Prevista la nomina nel cda Air France-Klm di "un addizionale consigliere di nazionalità italiana" e il ministero dell'Economia e delle Finanze che detiene il 49,9% delle azioni Alitalia deve impegnarsi ad aderire alle offerte pubbliche prima ancora che le stesse siano lanciate.

Il contratto è soggetto ad alcune condizioni sospensive, che devono verificarsi tutte entro il 31 marzo 2008: raggiungimento di un accordo con le organizzazioni sindacali, impegno scritto da parte del Governo a mantenere il portafoglio attuale dei diritti di traffico di Alitalia, sottoscrizione di un accordo tra Alitalia e Aeroporti di Roma sui livelli di servizio necessari per l'attuazione del Business Plan 2008-2010, accordo tra Alitalia, Fintecna ed Alitalia Servizi che preveda la reinternalizzazione in Alitalia di alcune attività e la rinegoziazione di alcune clausole dei contratti di servizio e una soluzione per l'eliminazione per Alitalia del rischio relativo al contenzioso in essere con la Sea, che ha chiesto 1,250 miliardi di euro di risarcimento per il taglio dei voli a Malpensa.

Air France sottolinea che "tale piano prevede un network organizzato attorno all'hub di Roma-Fiumicino, centro di gravità delle rotte domestiche italiane, e alcune destinazioni europee e intercontinentali in partenza da Milano. Alitalia potrà fare affidamento su: una combinazione unica di hub dal nord al sud dell'Europa, parte del network più importante che collega l'Europa al resto del mondo, assicurando ai clienti del nuovo gruppo una scelta di orari e destinazioni senza pari; il supporto della forza vendita di un gruppo mondiale e investimenti nei prodotti e servizi della compagnia al fine di rinforzarne e svilupparne il marchio, elemento chiave per il gruppo".

Air France-Klm conferma la proposta di acquisto del 100% del capitale di Alitalia tramite un'offerta pubblica di scambio di 1 azione Air France-Klm per ogni 160 azioni Alitalia, che equivale a 8,7 milioni di azioni Air France-Klm per il 100% di Alitalia.

ROMA NEL MONDO, l'analisi del giornale economico francese Les Echos

 
 

[16-03-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE