Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Volley maschile
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Volley romano » Volley maschile
 
 

La Sisley consuma la vendetta

Sisley Treviso – M. Roma Volley 3-0
(25-16, 25-21, 25-22)

SISLEY TREVISO: Horstink, Fei 9, Hubner 12, Papi 8, Farina (L), Kral, Saitta, Endres 11, Pujol 2, Cisolla 15, Ricci Petitoni (L), Maruotti. Non entrati Novotny. All. Dal Zotto
M. ROMA VOLLEY: Henno (L), Coscione, Tofoli, Marshall 13, Molteni 7, Giretto, Hernandez 2, Kooistra 6, Miljkovic 10, Semenzato 1, Romero (L). Non entrati Savani. All. Serniotti
Arbitri: Castagna - Cipolla
Spettatori 2900
Incasso 15000
Durata set 20’, 24’, 27’, tot. 71’
MVP:  Alberto Cisolla (Sisley Treviso)

Nell’ottava giornata di ritorno della Serie A1 Tim al Palaverde, si consuma la vendetta della Sisley, che dopo il 3-1 subito nella semifinale di Coppa Italia, supera per 3-0 la M. Roma Volley; buona prova per gli orogranata, che hanno concesso pochissimo fin dall'inizio ad una formazione capitolina orfana di Savani e Mastrangelo, entrambi rimasti a Roma a causa di problemi fisici. Serniotti schiera così il sestetto delle ultime gare: Coscione, Miljkovic, Marshall, Molteni, Kooistra, Semenzato e Henno. Dal Zotto mette in campo, invece, la formazione tipo: Pujol, Fei, Papi, Cisolla, Hubner, Gustavo e Farina.
Partenza razzo per la Sisley: l'ace di Hubner e gli attacchi di Papi e Cisolla portano al primo strappo dell'incontro (8-5). Roma prova a reagire ma un fallo al palleggio di Coscione manca il possibile aggancio; gli orogranata non rallentano il ritmo e si portano velocemente a più cinque (17-12) con un attacco di Fei. Sul servizio di Gustavo la ricezione di Roma inizia a scricchiolare; ne approfitta immediatamente la Sisley che alla prima occasione chiude il set 25-16.
Nel secondo set Treviso riparte subito alla grande e scava subito il solco (4-1). A fare la differenza sono ancora una volta il muro e il servizio dei trevigiani che evidenziano i problemi dei verde-nero in attacco e in ricezione. Roma prova a riavvicinarsi sul 15-13 ma la squadra di casa sembra tenere agevolmente in pugno la gara. Con il muro di Cisolla su Miljkovic la Sisley ritorna a più quattro (22-18) e chiude di fatto i giochi. Un errore di Kooistra (24-19) e l'attacco vincente di Hubner (25-21) portano sul 2-0 la Sisley.
Nel terzo set Serniotti rivoluziona il sestetto, cambiando la diagonale palleggiatore-opposto: Tofoli per Coscione, Hernandez per Miljkovic. La musica però non cambia, con la Sisley sempre al comando (8-6). Sul 14-11 per Treviso, il coach della M.Roma ripropone la coppia Coscione-Miljkovic, ma l’effetto della sostituzione dura troppo poco. Con il muro di Semenzato su Papi i verde-nero raggiungono gli avversari a quota 20 e li sorpassano con un attacco di Miljkovic (20-21). Arriva immediata la reazione orogranata: Cisolla infila tre punti consecutivi (23-21), Hubner mura Miljkovic (24-22) e ci sono due match point per Treviso. Alla prima chance la Sisley ha la meglio (25-22) e conquista una vittoria netta.
Renan Dal Zotto: (Sisley Treviso):  "Match importante per noi, abbiamo giocato con grande intensità, al di là del risultato, Roma è stata quasi sempre lì, ha provato a metterci in difficoltà e noi abbiamo sempre reagito nel modo giusto. Bene così, ci servirà una prova come questa per andare adesso in Germania e provare il tutto per tutto per strappare il pass per le Final Four di Champions League. Stasera le chiavi della partita per noi sono state grande concentrazione, intensità a muro ed in battuta".
Gustavo Endres (Sisley Treviso): “Siamo sulla strada giusta, stiamo venendo fuori prendiamo quanto di buono siamo riusciti a fare stasera contro una delle squadre più in palla del momento e guardiamo al futuro gara per gara: il muro fondamentale importante stasera? Direi che il nostro piano gara è stato rispettato, tutto ha girato a dovere".

Giulia Sampognaro

[12-03-2008]

 
Lascia il tuo commento