Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Caso Giovanni Catanzaro

la procura chiede l'archiviazione

La montagna mediatica ha partorito un topolino giudiziario. L’ex comandante del corpo di polizia municipale di Roma, Giovanni Catanzaro, rimosso per lo scandalo sollevato da il Messaggero su un uso improprio di un permesso per disabili, non sarà processato.

La procura di Roma ha infatti chiesto l'archiviazione dell’inchiesta per tentata truffa nata da uno scoop giornalistico del quotidiano romano, che immortalo’ il 23 novembre scorso il numero uno dei vigili urbani romani mentra parcheggiava la sua auto provata in via della croce, davanti ad un diviteo di sosta con rimozione forzata, dopo aver esposto un cartello per disabili.

La foto fece clamore e l’allora sindaco Veltroni rimosse Catanzaro dal suo incarico, poi sostituito da Antonio Giuliani. Il fascisolo processaule era stato aperto sulla base di una relazione inviata dal campidoglio al Procuratore Generale Giovanni Ferrara che conteneva anche l'atto con cui il sindaco aveva sollevato catanzaro dal suo incarico. Ma il pm Angelo Antonio Racanelli ha ritenuto che non sussistessero gli elementi penalmente rilevanti e quindi ha chiesto l'archiviazione. In particolare, secondo l'accusa, non sussistono i requisiti degli artifici e raggiri indispensabili per contestare il reato. Gli accertamenti infatti hanno dimostratro che il contrassegno benché scaduto nel maggio scorso, era comunque stato emesso regolarmente.

 
 

[10-03-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE