Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Pericolosità delle strade nel Lazio

Pontina, Anagnina e Nettunense

La pericolosità delle strade italiane è un dato di fatto chiaro come la luce del giorno. Secondo una ricerca condotta nel 2007 dall’Aci, in collaborazione con l’Istat, il bel paese presenta ben dieci strade sulle quali annualmente il tasso di mortalità per incidenti stradali aumenta o, comunque, tende a restare costante.

Dalla ricerca è emerso, che il Lazio fa da padrone, primeggiando nella lista nera con quattro statali e piazzandosi ai primi posti con la via Nettunense e la Pontina. La prima conquista il primato con la media record di 4,99 incidenti per chilometro, con circa 16 vittime l’anno e con un tasso di rischio otto volte superiore alla media nazionale. La seconda, la Pontina appunto, soprattutto nell’uscita per Pomezia e gli svincoli per Cisterna di Latina e per Aprilia, si aggiudica, in termini assoluti, il record di incidenti stradali con 184 scontri e 14 vittime. La ricerca Aci-Istat, ha poi aggiunto all’elenco delle strade killer, diverse statali nazionali che vanno a completare il triste elenco. Tra esse compare la SS 072 di San Marino, la Romea, la SS 336 della Malpensa, l’Agnagnina, la Jonica e la SS 515 Noalese. Tra le cause dei sinistri c’è, in primis, il pessimo stato di manutenzione dell’asfalto, aggravato da una carente segnaletica stradale, sia orizzontale che verticale, e nel caso particolare delle statali laziali, la mancanza di corsie d’accelerazione nei pressi di aree di servizio e di svincoli.

Ma ciò non toglie che gran parte della responsabilità per gli incidenti stradali compete proprio gli automobilisti e il loro “piede pesante”. Le varie amministrazioni regionali e comunali hanno iniziato a varare da tempo delle modifiche all’assetto stradale per cercare di contenere il numero degli scontri automobilistici e quello delle vittime che questi comportano. E proprio a Fiumicino dove ieri su una strada tutt’altro che sicura, sono morte per un incidente 5 persone e altre 8 sono rimaste ferite, il sindaco, Mario Canapini, aveva già approvato lo scorso gennaio un progetto volto a contenere la pericolosità delle strade urbane, attraverso la ristrutturazione di diversi tratti stradali e la creazione di altrettante rotatorie. I tratti interessati al progetto sono diversi da via Del Faro, all’incrocio con via Formoso e via delle Lampare, fino a via Toscano e via Giorgio Giorgis.

 
 

[27-02-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE