Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Ultras violenti

blitz dei ros, 20 arresti

Una ventina di simpatizzanti dell'estrema destra, alcuni vicini a Forza Nuova, ed in gran parte ultras laziali, sono stati arrestati stamane a Roma nel corso di un'operazione dei carabinieri del Ros e Digos romani. Gli arrestati fanno parte, secondo gli inquirenti, di una struttura criminale protagonista di atti di violenza, anche di matrice politica, tra i quali gli assalti alle caserme di Ps in occasione della morte di Gabriele Sandri e l'irruzione ad un concerto rock della Banda Bassotti a Villa Ada. In corso ci sono anche una cinquantina di perquisizioni. Nel gruppo, ci sono anche tifosi romanisti.

Tra i reati contestati associazione per delinquere, devastazioni, lesioni, porto di oggetti contundenti. Per coloro che risultano coinvolti negli scontri dell'11 novembre scorso dopo l'uccisione del tifoso laziale Gabriele Sandri, è scattata anche l'aggravante del terrorismo, la stessa già presa in esame in occasione dei primi arresti per l'assalto alla caserma di via Guido Reni.

Quattro gli indagati coinvolti nei fatti di Villa Ada (fine giugno dello scorso anno) quando una ventina di persone a volto coperto ed armati di bastone fecero irruzione durante il concerto della Banda Bassotti ferendo due persone. Le ordinanze di custodia cautelare sono state firmate dal Gip Guglielmo Muntoni su richiesta dei Pm Pietro Saviotti, Franco Ionta e Caterina Caputo.

L'ordinanza. Gli arrestati sono legati "da una vocazione alla violenza che supplisce qualsiasi contenuto ideologico". Ad affermarlo e' il pm Pietro Saviotti. Gli appartenenti a questa struttura "intervengono dove c'e' la possibilita' di uno scontro fisico con le forze dell'ordine".

Un gruppo "eterogeneo": persone tra i 35 e i 22 anni, tifosi dei club calcistici di Roma e Lazio ma non solo. Legati ad ambienti dell'estrema destra ma non solo. Alcuni "legati alle frange estreme di Forza Nuova, altri al gruppo di tifosi della Lazio 'In basso a destra'".

Ad uno infatti è contestata anche la detenzione e lo spaccio di sostanze stupefacenti perche' trovato in possesso di 400 grammi di hashish.

Si tratta inoltre di persone, spiega Saviotti, "tra cui anche donne, aduse alle armi bianche". "Armi" che sono state trovate gia' nel corso delle perquisizioni, ma anche nel corso degli accertamenti a margine della recente partita Roma-Real Madrid: "In una siepe c'erano 22 tondini e 22 coltelli da cucina nuovi che verosimilmente un gruppo voleva usare per azioni violente".

Il gruppo aveva un nucleo centrale e stabile di persone in grado di convogliarne altre e organizzare azioni violente. Tutta l'indagine e' partita dall'assalto a villa Ada: "Abbiamo ritenuto - ha detto Saviotti - che non si sia trattato di un episodio isolato, ma che rientrasse in un piano più grande". Tra gli altri episodi contestati, oltre a Villa Ada e l'assalto alla caserma di via Guido Reni, l'occupazione di un immobile dell'Atac (3-5 ottobre 2007), un tentato incendio ad una baracca di rom (9 ottobre 2007). Secondo i magistrati l'associazione a delinquere contestata sarebbe andata avanti almeno fino al gennaio 2008.

  • Le foto sono state inviate dall'ufficio stampa del Comando Provinciale dei CARABINIERI in redazione e si riferiscono al blitz contro i tifosi violenti.
 
 

[26-02-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE