Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Carta per Roma

i 12 punti per la città del Pdl

La carta per Roma preparata dal Popolo della Libertà è suddivisa in 12 punti. Domani sarà Berlusconi, senza Fini e Alemanno impegnati a Verona, a presentarla alle 16 al Residence Ripetta.

Ascolteremo ancora una lista di 12 priorità, tante quante quelle contenute nel programma del Partito Democratico presentato una settimana all’assemblea costituente alla Fiera di Roma. 12 parti, questa volta declinate per la Capitale che, come annunciato da Francesco Giro, coordinatore regionale di Forza Italia, fotografano la città che Veltroni lascia in eredità al suo successore.

Al primo punto dell’elenco, elaborato dal gruppo consiliare di Forza Italia al Comune di Roma in la collaborazione con un team di esperti, ci saranno la sicurezza, l’immigrazione e i nomadi. Al numero 2 la casa, a seguire gli asili nido, i rifiuti, le imposte e i tributi locali. Al numero sei la mobilità e i trasporti, al 7 si parlerà di famiglia e servizi sociali. Il punto 8 sarà dedicato al commercio, il 9 al turismo. A seguire il tema di Roma Capitale e decentramento. Al penultimo punto la cultura e al 12 la polizia di prossimità.

La carta per Roma si preannuncia più come una critica all’operato dell’ultimo primo cittadino che non come un programma per il suo possibile sostituto. Francesca Giro, annunciando l’appuntamento, ha parlato di una capitale per pochi privilegiati. Probabilmente alla presentazione della carta non parteciperà neppure il candidato Sindaco del Pdl. Non per altri impegni, ma perché la scelta non è stata ancora fatta. Non si sblocca la posizione di Giorgia Meloni, la decisione sarà probabilmente rimandata a lunedì prossimo.

[22-02-2008]

 
Lascia il tuo commento