Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Da sapere
 
» Prima Pagina
 
 

Luciano Fontana scultore

mostra che celebra vent'anni di opere

Di Nicola Navazio

Lucio Fontana, il pittore fondatore del movimento Spazialista, celebre per le tele tagliate e bucate, ma anche grande scultore. A questa sua ultima attività è dedicata la mostra dal titolo "Lucio Fontana. Scultore", allestita alla Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea fino all'11 maggio.

Lucio Fontana è stato per oltre venti anni scultore e senza questa formazione iniziale non sarebbe spiegabile il suo successivo approdo a un’arte che, pur assumendo le forme della pittura, ne nega il presupposto forzandone i limiti spaziali. Da questi presupposti prende spunto questa rassegna curata da Filippo Trevisani, con l'apporto della Fondazione Fontana, che presenta un percorso espositivo pensato "a ritroso", per permettere al visitatore, che conosce soprattutto il secondo Fontana, di entrare nello spirito dell’iniziativa. A partire dal Fontana più noto, quello degli anni Cinquanta e Sessanta, fino al Fontana degli inizi. Il pubblico incontra subito l’artista "scandaloso" degli anni Cinquanta e Sessanta, tra le opere tridimensionali o in bilico fra il dipinto e il rilievo, fino all’esperienza immersiva degli ambienti spaziali.

La prima sezione, infatti, ricostruisce le suggestioni della scenografica presentazione che, nella retrospettiva del 1972 a Palazzo Reale di Milano (Fontana era scomparso già da quattro anni), Luciano Baldessari aveva realizzato per le inquietanti sfere dei concetti spaziali-nature. Si prosegue, poi, attraverso l’esperienza immersiva di "Ambiente spaziale a luce nera" del 1949, e attraverso la sezione dedicata ai disegni, che accompagnano tutta l’attività dell’artista, per poi retrocedere agli inizi della carriera di Fontana: dalle statue dei primi anni Trenta ai lavori astratti del 1934, alle ceramiche e alle sorprendenti sculture rivestite di tessere musive degli anni Quaranta.

Prima di raggiungere la sala monografica, la mostra presenta gli artisti che sono stati in diretto rapporto con Fontana: Burri, Melotti, Manzoni, Castellani, Bonalumi, Gianni Colombo, Klein, Rotella. Si tratta di opere che appartengono alla collezione della Galleria Nazionale e che arricchiscono il percorso espositivo romano.

[21-02-2008]

 
Lascia il tuo commento