Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Tassa Rifiuti per i Commercianti: Accordo Antievasione Ama e Gdf

Non solo scontrini e ricevute, da oggi i finanzieri che effettueranno i controlli all'interno delle attività commerciali chiederanno anche di esibire l'avvenuto pagamento della tariffa sui rifiuti. La novità è prevista da un protocollo d?intesa firmato dal presidente dell'ama Giovanni Hermanin e dal comandante regionale del lazio della guardia di finanzia Daniele Caprino. L'obiettivo è la lotta all'evasione della tari che a quanto pare i commercianti e i possessori di partita iva non amano particolarmente visto che ad oggi, secondo le stime dell'ama l'evasione registrata a roma "è tra il 10 e il 20 per cento del totale, per un valore di circa 20 milioni di euro. Sarà l'ama a fornire alla guardia di finanza gli elenchi dei soggetti economici obbligati a versare il corrispettivo per lo svolgimento del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani. Al monebto del controllo i finanzieri redigeranno un verbale delle operazioni compiute e comunicheranno all' ama gli estremi della ricevuta di pagamento o l'esito negativo della verifica. L'intesa durerà fino al 31 dicembre 2007 e sarà rinnovata tacitamente di anno in anno. Per i prossimi 12 mesi intanto le fiamme gialle prevedono di effettuare almeno 30 mila controlli. Ciò consentirà di controllare nel giro di 5 anni tutte le utenze non domestiche della capitale. Quello di oggi è in assoluto il primo accordo firmato in italia tra guardia di finanza e un?azienda di servizi pubblici locali. Roma farà da volano ma l'intenzione è di estendere i controlli in tutta la nazione. l'evasione è infatti dura a morire..proprio ieri i finanzieri hanno setacciato la capitale, controllando oltre 380 esercizi commerciali, di questi 155 sono risultati irregolari.

[23-11-2006]

 
Lascia il tuo commento