Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cultura Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma
 
 

Beni Culturali: Polemiche tra Roma e New York per la Venere Contesa

Al di là degli esiti giudiziari la questione è essenzialmente morale. Quelle opere sono patrimonio italiano e non possiamo come invece è successo in passato cedere ciò che ci appartiene. E' questa la reazione del ministro per i beni culturali Francesco Ruttelli dopo la rottura delle trattative col Getty Museum.

Oggetto del contendere sono circa 50 opere che l'italia vuole che New York restituisca perche sospettate di essere rubate tra le opere piu importanti la statua di Venere di Morgantina e il bronzo del Giovane Vittorioso.

Il museo di Los Angeles ha rotto le trattative col governo italiano in maniera unilaterale decidendo di rimandarne indietro solo 26 e sperando così di chiudere la questione. Il risultato, però, potrebbe essere una lunga disputa legale, e soprattutto la fine di ogni collaborazione culturale con Roma. La notizia della rottura, anticipata dal New York Times, è solo l'ultimo colpo di scena in un intrigo internazionale che dura da un paio di decenni. all'origine ci sono le attività dei mercanti d'arte Robert Hecht e Giacomo Medici, che da oltre trent'anni vendono pezzi sospetti in tutto il mondo.

Nel 1995 la polizia ha perquisito il deposito di medici a ginevra, trovando le prove di molti traffici illeciti. Il mercante italiano è stato condannato a dieci anni di prigione, e sta aspettando l'esito dell'appello. Alcuni musei che avevano acquistato le opere sospette hanno negoziato accordi con roma per la restituzione. Intanto il getty museum ha chiesto e ottenuto le dimissioni di Marion True, ex curatrice che lavorava con Hecht e Medici ed è sotto processo a Roma. Ora sembra non ci sia piu niente da fare per evitare il barccio di ferro tra i due paesi e l'italia questa vokta non vuole proprio cedere

[23-11-2006]

 
Lascia il tuo commento