Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Prostituzione sul web

16 indagati, blitz dei carabinieri

Due romani del casilino erano a capo dell’agenzia pubblicitaria online che vendeva spazi per prostitute su siti internet. Ogni donna pubblicava le foto, il numero di telefono e la città nella quale si prostituiva, un servizio esclusivo che faceva guadagnare all’agenzia pubblicitaria dai 100 euro per un piccolo annuncio fino ai mille euro per uno spazio in prima pagina. Un giro di 10.000 euro al mese, un lavoro esclusivo che ha configurato i reati di induzione, reclutamento, sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione, non solo: i 16 indagati dovranno anche rispondere di associazione per delinquere finalizzata alla permanenza illegale sul territorio nazionale di cittadini clandestini.

A pagare per gli annunci erano donne italiane provenienti dal mondo dello spettacolo, ma anche insegnanti o impiegate, non mancavano le giovani provenienti dall’Est Europa.

I quattro siti internet di annunci per prostitute (eccone uno: www.relazionisociali.net ) non sono stati oscurati perché hanno sede negli Stati Uniti. Nel corso dell’operazione i carabinieri hanno effettuato perquisizioni fino a Lugano, in Svizzera, dove ha sede l’agenzia pubblicitaria incriminata. I militari hanno sequestrato documentazione bancaria e postale relativa ai conti correnti intestati alle società.

[15-02-2008]

 
Lascia il tuo commento