Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Truffa delle Ferrari

vigili nei guai, arrestato avvocato romano 30enne

le auto di lusso sequestrate

Presa la banda delle Ferrari, allargata anche a Lamborghini, Maserati, Porche e qualche Bmw. Un giro specializato in auto da sogno acquistate perlopiù come relitti sul mercato estero. Bolidi inidentati da acquistare per pochi euro, che venivano poi finemente trasferiti in Italia, "nazionalizzati" e trasformati in costosissime auto da rivendere oppure da incidentare di nuovo tramite falsi sinistri stradali, in molti casi in assenza della stessa auto che era virtualmente presente solo con le carte di circolazione. L'operazione dei Carabinieri è stata infatti chiamata "Ghost Cars".

Un indagine di Polstrada e Polizia Municipale, insospettite da un sostenuto ingresso di costosissime auto dall'estero inziato nel 2001. L'inchiesta riguarda 70 bolidi e un giro di parecchi milioni di euro, in manette sono finite nove persone. A reggere le fila un avvocato trentenne, Simone Fassari. Con lui un giudice di pace, a Sapri, Giuseppe Fortunato, che curava i ricorso contro le società di assicurazione. Poi due vigili urbani del XVII Municipio, accusati di aver predisposto rapporti su incidenti fasulli. I nove arrestati dovranno rispondere di associazione per deinquere.

[13-02-2008]

 
Lascia il tuo commento