Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Roma ha il suo Piano regolatore

Prg approvato in aula Giulio Cesare

37 voti favorevoli e 20 contrari. Roma ha il suo nuovo piano regolatore generale. La ratifica, ieri sera verso le 19:30 con alcuni membri dell’opposizione incatenati agli scranni mentre urlavano “vergogna” e la maggioranza, dall’altra parte della barricata, compatta. La votazione è arrivata dopo il tentativo – fallito – di mediazione con l’opposizione, che ha rifiutato la proposta di votare in un solo blocco i 14 mila ordini del giorno e di accoglierli come raccomandazione. Questi, verranno votati in un successivo momento. Il dibattito politico, nel pomeriggio, era anche stato caratterizzato da diverse interpretazioni del regolamento del consiglio tra le diversi parti. Ma come era previsto, la ratifica è arrivata.

E ha voluto essere presente per la votazione anche Walter Veltroni; l’approvazione del PRG rappresenta l’ultimo atto della sua amministrazione. L’addio ufficiale al Campidoglio e alla città lo daraà oggi pomeriggio alle 15:00. Commosso, ha voluto ribadire l’importantza del piano, votato democraticamente. Un piano che ha il merito – ha detto – di creare una città policentrica, decentrando nelle periferie servizi e grandi opere, e tutelando il verde, vincolando 87 mila metri quadrati, di cui 7 mila e 900 destinati a verde pubblico. Tra gli altri grandi obiettivi la cura del ferro e la tutela storico-artistica di 7 mila ettari.

Poco prima della votazione è arrivato in Consiglio anche il Sindaco Walter Veltroni – così come gli assessori. Il miglior piano regolatore che Roma abbia mai avuto e il primo votato in aula Giulio Cesare dal 1909.

 
 

[13-02-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE