Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Incidenti sul lavoro

Messineo ''sono troppo pochi gli ispettori''

Pochi ispettori e solo il 10% del totale dei cantieri del Lazio che viene ispezionato. E’ la denuncia del responsabile del coordinamento vigilanza e ispettori del territorio, secondo Agostino Messineo è davvero difficile riuscire a controllare gli oltre 5.000 cantieri tra Roma e provincia con solo 12 ispettori.

Insomma nel Lazio i controlli e le ispezioni sui cantieri, nelle fabbriche e nelle aziende non sono sufficienti. Nonostante l’aumento degli infortuni e delle morti bianche che ha fatto guadagnare a roma, dopo milano, il secondo posto nella classifica delle citta’ italiane piu’ pericolose per i lavoratori.

L’ultimo incidente mortale è di sabato, un 65enne romano è rimasto travolto dalla escavatrice su cui stava lavorando, ieri a fonte nuova, sulla via nomentana una donna di 27 anni è rimasta gravemente ferita con la mano incastrata nell’impastatrice del laboratorio artigianale per cui lavorava, probabilmente perderà la mano.

Negli ultimi 5 giorni sono state ben 6 le vittime sul lavoro in Regione, anche a causa degli scarsi controlli, nell’ultimo anno i cantieri visitati nel lazio sono stati 7.150 a Roma più di 5.000, pochi visto che i cantieri aperti in un anno sono oltre 60.000. Il 60% di quelli ispezionati e’ comunque risultato irregolare.

Le vittime sono soprattutto stranieri, ma anche giovani e neoassunti, gli incidenti mortali avvengono per la maggior parte a causa di cadute dall’alto o ribaltamenti.

 
 

[11-02-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE