Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Volley maschile
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Volley romano » Volley maschile
 
 

Roma espugna il PalaBianchini

ANDREOLI LATINA – M. ROMA VOLLEY 2-3

(26-28; 25-15; 18-25; 25-21; 14-16)

Andreoli Latina: Zaytsev, Mattera 6, Moretti 1, Cardona 10, Barbareschi 1, Salmon 17, Zanuto 17, Messana (L), Garcia Pires Ribeiro 13, Alves Bernardo 17, Tomassetti, Scuderi. All. Gulinelli

M. Roma Volley: Henno (L), Savani 13, Tofoli 3, Marshall, Molteni 9, Giretto, Hernandez 7, Kooistra 16, Miljkovic 11, Semenzato 8, Budani Mauro, Romero. All. Serniotti

Arbitri: Daniele Rapisarda –Massimo Menghini

Spettatori 1700

Incasso 9500

Durata set: 29’, 23’, 22’, 30’, 19; tot. 123’

MVP: Riley Salmon (Andreoli Latina)

 

Nel derby laziale la M.Roma batte 3-2 l’Andreoli Latina dopo oltre due ore di gioco e tanta sofferenza. I ragazzi di Gulinelli hanno infatti venduto cara la pelle agli avversari, rendendo quasi impercettibili i ben ventisette punti di distanza in classifica, scendendo in campo convinti dei propri mezzi, ben organizzati e grintosi. Dal canto suo Roma, nonostante mancassero ancor dei titolari, è riuscita con esperienza e maturità a gestire una situazione che stava per diventare decisamente spiacevole. Un match che ha visto comunque i padroni di casa dominare in gran parte gli avversari, tirando anche i set persi fino alla fine e conquistando tra l’altro complessivamente più punti dei romani (108 contro 105). I pontini riescono comunque a muovere la classifica e fare un passo avanti, impedendo alle squadre che la precedono di prendere troppo margine nella lotta salvezza. Resta però il rammarico per un match che i ragazzi di Gulinelli hanno interpretato nella maniera migliore giocando alla pari con una formazione infarcita di campioni, che pur tra mille assenze ha sempre schierato una squadra ricca di talento e di tecnica individuale.

Per Gulinelli in campo Mattera in regia con Alves in diagonale, Cardona e Garcia in attacco al centro, Zanuto e Riley martelli, con Messana libero. Formazione ancora rimaneggiata per Roberto Serniotti: Tofoli in palleggio con Hernandez opposto, Molteni e Savani in attacco a banda, Kooistra e Semenzato centrali, con Henno libero. I verde-nero faticano ad aggiudicarsi il primo set (28-26) dopo quasi mezz’ora di gioco, e perdono malamente il secondo (25-15). Roma riesce però a riprendersi e grazie agli attacchi e ai muri di Kooistra si aggiudica il terzo set per 25-18. Latina non molla, vince il quarto parziale e porta i capitolini al quinto set. Roma soffre, ma alle fine riesce a chiudere 16-14.

Wytze Kooistra positivo sia in attacco che in battuta, ha fatto la differenza soprattutto a muro, bloccando importanti attacchi dei pontini: "È stato importante vincere. Ancora una volta abbiamo avuto la meglio al tie break, ma non potrà andare sempre così, anche perché ci stanchiamo molto. Latina ha giocato molto bene, soprattutto in battuta. Sono contento che siamo riusciti a vincere con giocatori che sono abituati a giocare meno. Alla fine è andata bene. A muro me la sono cavata. È tutta la partita che andavo vicino a murare. Prima o poi qualche punto dovevo farlo in questo fondamentale".
Marco Molteni tornava ancora una volta a Latina, una città che lo ha accolto a braccia aperte, prima del suo approdo nella Capitale. È soddisfatto della vittoria di Roma ma anche contento perché ha visto una Latina in buona salute e in piena lotta per la salvezza: "Sapevamo che sarebbe stata durissima. Il servizio di Latina è andato molto bene, creandoci qualche imbarazzo in ricezione. Sono anche felice per la prestazione dei ragazzi dell’Andreoli, una società a cui sono legato profondamente".
Tofoli ha messo a segno un punto con una potente schiacciata, un ace e un muro. Anche per lui una giornata fortunata, per ammettendo qualche problema nella gestione del gioco: "Sì, mi era già capitato. Scherzi a parte, oggi non abbiamo giocato bene. Devo ammetterlo. Mi prendo anche le mie responsabilità. Dovevo coinvolgere i miei compagni in maniera differente e servirli meglio. Oggi abbiamo vinto grazie anche al supporto di Miljkovic. Quando è entrato nel tie break è riuscito a fare la differenza".
Soddisfatto anche Riley Salmon, nonostante la sconfitta: "Abbiamo giocato molto meglio rispetto alle ultime uscite, solo che abbiamo degli alti e bassi che assolutamente non riusciamo a spiegarci. Ora andiamo a Piacenza per una sfida in cui ci aspettiamo di ripetere il livello di gioco espresso oggi".

Giulia Sampognaro

[11-02-2008]

 
Lascia il tuo commento