Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Pontina strada killer

184 incidenti l'anno

un incidente sulla via Pontina

Una media di 16 vittime l’anno, la via Pontina, con un tasso di rischio otto volte superiore alla media nazionale è la seconda strada più pericolosa d’Italia e la prima in assoluto nel Lazio.

Tra le cause principali l’asfalto scivoloso, la mancanza di corsie di accelerazione nei pressi di aeree di servizio e di svincoli. Tre i punti dove si registrano il maggior numero di incidenti: l’uscita per Pomezia e gli svincoli per cisterna di Latina e per Aprilia.

Un esempio per tutti è il tratto del km 19, dove su quella curva in discesa, andando verso Roma, assolutamente mal segnalata, vi sono dei cartelli poco visibili e oscurati dalla polvere.

Dal 2001 la strada killer è di proprietà della Pisana. Per metterla in sicurezza la regione ha stanziato già 9 milioni di euro per realizzare rotatorie, spartitraffico e nuovi svincoli. Ma nel frattempo  la ss 148 continua a mietere vittime. Con una media di ben 3 incidenti ogni km

la ricerca Aci-Istat elenca anche le strade più pericolose divise per regione e provincia: spulciando l'elenco si vede come nel lazio tra le più rischiose c’è anche la via dei laghi, con 62 incidenti nel 2006 e 5 vittime, mentre in termini assoluti il record spetta proprio alla pontina, con 184 incidenti e 14 vittime.

[08-02-2008]

 
Lascia il tuo commento