Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Slam dunk
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Slam dunk
 
 

Lottomatica subito fuori dalla Coppa Italia

Ennesima delusione per i tifosi romani. Una Lottomatica molle e inspiegabilmente senza energie ha ceduto il passo ad una Virtus Bologna decisamente più convincente e concentrata, assolutamente meritevole di passare il turno. I capitolini pregiudicano il passaggio alla semifinale già nel primo periodo di gioco, cominciando con un parziale di 13-0 e trovando i primi punti dopo quasi 5’ di gara.

Pian piano la Lottomatica grazie alle giocate di Fucka e De la Fuente si riavvicina alle V nere che però sul finire di primo tempo accelerano di nuovo, chiudendo i primi venti minuti sul 41-28. L’intervallo sembra trasformare la Virtus Roma, che con un parziale di 16-0, impatta i bolognesi sul punteggio di 44-44, trascinata da un Allan Ray ispirato.

La partita da quel parziale diventa tirata, molto più fisica, determinata dai singoli possessi, che alla fine, premiano i bianconeri, abili a sfruttare gli istanti di follia di Gabini, che si fa fischiare un tecnico che di fatto taglia le gambe (non dal punto di vista del punteggio, ma da quello dell’inerzia nella partita) alla Lottomatica. Finisce 75-69, Bologna in semifinale, Roma a casa. Prove assolutamente negative per Ukic (letteralmente portato a scuola da Best), Gabini, Lorbek e Hawkins. Troppo intermittente Ray, impresentabile Gagaloudis. Molto bravi i due ex-Barça, Fucka e De la Fuente. Nuovamente costretti a masticare amaro i tifosi della Virtus romana- ormai assolutamente abituati a questi finali di gara- sono in attesa della solita svolta, ormai immaginata come un’oasi in mezzo al deserto, ma che molto probabilmente rimarrà solo un miraggio, per via di una società assolutamente non all’altezza della situazione, non in grado di migliorare una squadra che ha un disperato bisogno di innesti di qualità per proseguire nella corsa al titolo.

 

Marco De Leo

[08-02-2008]

 
Lascia il tuo commento