Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Rutelli deciderà in dieci giorni

il futuro del Campidoglio

Prende tempo Francesco Rutelli "dieci giorni per ascoltare la città e sciogliere ogni riserva" avverte, "perché potrei anche dire di no, ma se accetterò. la mia candidatura dovrà essere profondamente nuova". Una risposta a chi, nella Cdl, lo accusa di essere il "vecchio che torna". 

Ma ormai si è aperta ufficialmente la corsa al Campidoglio, con la fine della legislatura e il sindaco di Roma leader del Partito democratico, i rappresentanti della politica locale e i cittadini romani si trovano ragionare su due questioni che più di altre influenzeranno il futuro dell'amministrazione capitolina. Il tutto aspettando il 13 febbraio, data dell'addio di Walter Veltroni alla poltrona di primo cittadino.

Il punto più importante, riguarda il nome del successore. Il sindaco auspica il ritorno di Francesco Rutelli, "vorrei che Francesco tornasse", ha annunciato ieri, insomma la candidatura per il centrosinistra del ministro dei Beni culturali pare ormai ufficiale. Piace anche a quelli della Cosa Rossa. Sul fronte opposto, il candidato numero uno di Alleanza nazionale si chiama Gianni Alemanno nonostante il "vedremo" dell'interessato. Si fanno poi i nomi della trentenne Giorgia Meloni (sempre An), un volto giovane e nuovo da spendere contro il passato rappresentato dal Rutelli, e di Michele Baldi, capogruppo capitolino di Forza Italia, candidato però tra polemiche tutte interne al suo schiramento.

 

 
 

[07-02-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE