Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Quanto ci costano le tasse comunali?

più di 400 euro, aumentate del 10%

Nel 2007 abbiamo pagato, come contribuenti locali, 434 euro a testa La cifra esce dal Bilancio degli enti locali, uno studio del Sole 24 Ore, è andato a verificare l’ammontare delle tasse comunali, che sono aumentate , in media, del 10% rispetto all’anno precedente, il 2006.


Si tratta di una realtà che ancora non può tenere conto dell’ ultima Finanziaria, che ha provato ad alleggerire la pressione fiscale dei Comuni sui cittadini. Nella graduatoria nazionale di chi paga più tasse Roma è al quattordicesimo posto con 655 euro chiesti, e ottenuti da fisco, ai nostri concittadini.

Questa cifra considera l’Ici ( 387 euro), l’addizionale Irpef (100 euro), la tassa sui rifiuti
( 148 euro), l’imposta sulla pubblicità (5 euro) e l’addizionale sull’energia elettrica (15 euro).
Se consideriamo voce per voce il gettito delle tasse locali ci rendiamo conto che a Roma come Palermo o Milano, la tassa più cospicua è quella relativa all’Ici.

Per quanto riguarda l’imposta comunale sugli immobili la nostra città è quella che, dopo Siena, ha la media più alta d’Italia.
Questa classifica può essere un ottimo viatico per i responsabili dei partiti che, a quanto pare, si preparano nuove campagne elettorali, sia a livello nazionale che locale.

Un anno fa alcuni sindaci, Veltroni tra questi, hanno ridotto l’Ici, poi il governo uscente ha varato una sensibile riduzione dell’imposta, cosa che è stata controbilanciata da un sostanzioso aiuto da parte dell’esecutivo alle casse comunali, che proprio dall’Ici traggono un gettito fondamentale. Vedremo se la campagna elettorale, ma poi soprattutto i fatti in Parlamento, confermeranno questo impegno nei confronti di una della tasse da sempre ritenute più ingiuste dai cittadini.

[04-02-2008]

 
Lascia il tuo commento