Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

La Roma sprofonda

Crollo a Siena: l'Inter vola via

un deluso Totti

Doveva essere una domenica interlocutoria per la classifica. Invece i giallorossi vanno incontro alla peggior partita della stagione. Il risultato è che dopo il riavvicinamento di domenica scorsa, l'Inter tocca il vantaggio massimo di +8.

La gara inizia sottotono, con molti errori e con la Roma in difficoltà di fronte all'aggressività del Siena. Siena che trova il vantaggio all'11': l'ex Karhja ruba palla a Tonetto, crossa dal fondo, Ferrari manda fuori area ma dal limite Vergassola trafigge Doni con un gran sinistro al volo. La reazione della Roma è inesistente: unico pimpante, Mancini. Al 23', Jarolim dalla distanza centra la traversa, con una parabola che scavalca Doni. La Roma è tutta in una gran palla servita da Totti a Perrotta, che dal limite al volo scocca un tiro centrale, controllato da Manninger. Poi, ancora il Siena. Al 35' Maccarone in contropiede punta l'area, e la sua conclusione finisce sull'esterno della rete. Al 41', ancora un contropiede, con Frick che a tu per tu con Doni colpisce il palo con un diagonale preciso. Il disastro per i colori giallorossi arriva al 43': cross di De Ceglie, Doni respinge di pungo, la palla carambola prima su Mexes, poi su Tonetto e infine in porta. Sfortuna sì, ma il raddoppio dei bianconeri è più che meritato.

Nel secondo tempo, ci si aspetta di vedere Giuly per un invisibile Perrotta, e magari Aquilani per Pizarro. Invece Spalletti nell'intervallo non cambia niente. Al 6', entrerà Vucinic per Taddei (spento sì, ma non il peggiore). Prima, c'è il tempo per un gran colpi di testa di Portanova che sfiora il sette. Al 7', Maccarone punta Ferrari, ma il suo destro dal limite è debole e fuori misura. All'11' grande occasione per la Roma: su azione di corner, Totti protegge il palla fra tre e scarica splendidamente per Perrotta, che dal centro dell'area spara alto. Al 15' ancora una conclusione di Maccarone parata da Doni. Al 18' finalmente entra Giuly per Perrotta, ma l'occasione è ancora per il Siena, con un gran tiro da fuori di Coppola, che Doni alza sopra la traversa. Al 22', girata di Giuly dai 16 metri, palla deviata e Manninger costretto a una grande parata. Poi Pizarro ci prova dal limite, la palla finisce a Totti che devia a pochi metri dalla porta ma la palla viene respinta. Al 28' ancora gran palla di Totti per Giuly, che a tu per tu con Manninger da posizione molto defilata si vede parato il tiro dal portiere austriaco. Al 35', dopo l'ingresso di Aquilani per De Rossi, diagonale di Jarolim e Frick non trova la deviazione vincente sotto porta. Proprio Frick si rifarà al 38': batterà per la terza volta Doni su azione di contropiede (nato ancora da un errore di Tonetto). E' il crollo definitivo. Nel finale neanche il gol della bandiera, con una gran parata di Manninger su destro ancora di Giuly.

Partita nata male e finita peggio. Difficile trovare i peggiori. Certo, non si può non notare che Tonetto ha commesso errori decisivi in tutti e tre i gol, o che Pizarro e Perrotta sono stati dei fantasmi. o che Cassetti stava sempre dove non doveva stare. Fatto sta che era difficile prevedere (visto anche il buon momento di forma) uno stop di questo genere, e che l'Inter (che pure è in un periodo di flessione) non è mai stata così lontana.

Simone Luciani

Siena: Manninger, Rossettini, Loria, Portanova, De Ceglie, Jarolim, Vergassola, Codrea, Kahrja (18' st Coppola), Frick (45' st Alberto), Maccarone (35' st Riganò). A disp.: Eleftheropoulos, Bertotto, Rossi, Forestieri. All.: Beretta.

Roma: Doni, Cassetti, Ferrari, Mexes, Tonetto, De Rossi (35' st Aquilani), Pizarro, Taddei (6' st Vucinic), Perrotta (18' st Giuly), Mancini, Totti. A disp.: Julio Sergio, Panucci, Cicinho, Brighi. All.: Spalletti.

Arbitro: Dondarini di Finale Emilia.

Marcatori: 11' pt Vergassola, 42' pt Tonetto (aut.), 38' st Frick.

Note: spettatori 15.000 circa. Ammoniti Manninger, Totti, De Rossi, Mancini, De Ceglie.

[03-02-2008]

 
Lascia il tuo commento