Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Muore durante partita di calcio

14enne sbatte contro un tubo a bordo campo

Si è accasciato sul campo di calcio dopo aver sbattuto il petto contro un tubo dell'irrigazione. Vani i tentativi di rianimarlo con un massaggio cardiaco da parte dei 2 medici della società Almas Roma. Per Alessandro, 14 anni, giovane calciatore della Cinecittà Bettini, trasportato dal 118 all'ospedale Figlie di San Camillo, non c'è stato nulla da fare.

La dinamica dell'incidente è stata raccontata da un testimone che questo pomeriggio stava assistendo alla partita di calcio all'Almas Roma contro la squadra Cinecitta' Bettini (categoria Giovanissimi provinciali) nel centro sportivo a via Demetriade, zona Arco di Travertino: "L'ambulanza - ha detto il testimone - e' arrivata dopo circa 15 minuti ma non sono riusciti a rianimarlo".

Secondo quanto riferito da un agente di polizia, in campo per i rilevamenti, il ragazzo stava correndo, aspettando di ricevere un cross, quindi con la faccia girata indietro e, senza accorgersene, avrebbe dunque sbattuto il petto contro un tubo di irrigazione che si trova al bordo del campo. Stavano assistendo alla partita di calcio i genitori di Alessandro e dopo 14 minuti dal fischio di inizio lo hanno visto accasciarsi sul terreno. "Una scena straziante" ha commentato il segretario dell'Almas Roma Sergio Nicolai. Sul perché quel tubo dell'irrigazione si trova a bordo campo Nicolai si è limitato a precisare: "Il Comitato Regionale del Lazio ha omologato il campo, non hanno fatto nessuna obiezione. Ora aspettiamo risposte dal magistrato" che potrebbe anche mettere sotto sequestro il campo di calcio.

[02-02-2008]

 
Lascia il tuo commento