Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Incendio al Collatino

capannone distrutto, non si esclude il dolo

l'incendio del capannone

L’incendio è divampato poco dopo le 6 del mattino e a metà mattinata le fiamme erano ancora alte più di quattro metri. È stato necessario l’intervento di una decina di mezzi per domare il fuoco divampato in un capannone in via pio Semeghini, una traversa di via Collatina.

Il fabbricato ospitava la produzione e lo stoccaggio di materiale tessile oltre ad alcuni alloggi destinati a immigrati cinesi.

Dalle prime ricostruzioni risulta che il custode, accortisi che nel magazzino era scoppiato l’incendio, è riuscito a lasciare immediatamente il fabbricato chiamando poi i soccorsi.

Spetterà ora al nucleo operativo dei Vigili del Fuoco e ai carabinieri stabilire le cause dell’incendio; certo è che le fiamme sembrano essere divampate allo stesso tempo in più punti del capannone, ampio circa mille e cinquecento metri quadrati e che, oltre a un maniglione antipanico nell’area destinata agli alloggi, non c’erano altri impianti o sistemi di sicurezza. Nella zona della Prenestina, all’altezza del grande raccordo anulare, sono tantissimi i fabbricati gestiti da cinesi, e non è la prima volta che si verificano incendi nel cuore della notte. Inoltre, la mancanza di elettricità al momento dell’incendio – perché il magazzino era in fase di smantellamento- rende molto plausibile l’ipotesi del dolo.

[31-01-2008]

 
Lascia il tuo commento