Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Roma, vittoria autorevole

I giallorossi battono la Samp e approdano in semifinale di Coppa.

Mancini e Aquilani La difficoltà maggiore della sfida con la Samp veniva dalle assenze. Non molte ma mirate. In pratica, tutti i centrali difensivi: Mexes e Ferrari squalificati, Juan infortunato, Andreolli ormai disperso. Da lì veniva la difficoltà nel difendere l’esiguo vantaggio scaturito dall’1-1 dell’andata.

 

Spalletti sceglie Cassetti e Panucci come centrali (prestati, o semi-prestati, al ruolo), Aquilani a centrocampo con De Rossi, Giuly trequartista e Curci in porta. Quest’ultimo dopo 11 minuti si infortuna al quadricipite destro, e deve lasciare il posto a Doni. Nel primo tempo c’è poco da raccontare: la Samp anziché andare avanti a testa bassa aspetta di colpire con saggezza. Unica occasione degna di nota per Giuly: tiro da fuori, Mirante devia male, la palla danza davanti alla linea e sfiora il secondo palo prima che Panucci possa deviarla.

Nel secondo tempo, parte bene la Samp: al 2’ colpo di testa di Bonazzoli (con difesa della Roma dormiente), Doni spiazzato e palla che sfiora il palo. Al 7’, su azione di calcio d’angolo Campagnaro risolve una mischia, ma il suo diagonale è stoppato sulla linea da Taddei. I giallorossi si svegliano, e Aquilani verticalizza per Cicinho, che quasi a tu per tu con Mirante tira debolmente. Al 16’ ancora Aquilani lancia Mancini, che punta Sala con una serie di finte e infila Mirante con un colpo da biliardo. La Roma ha anche l’opportunità di raddoppiare, con Giuly che, lanciato da Totti, arriva solo davanti a Mirante ma conclude centralmente. La Samp è tutta in un tiro dalla distanza di Bellucci deviato da Doni, e in uno sterile forcing finale. La Roma ha giocato parte del tempo con Giuly centravanti e senza Totti: l’assenza di peso si è sentita.

Partita decisamente non bella, soprattutto nel primo tempo, ma Roma che approda in semifinale senza problemi. Ora l’unico ostacolo con la quinta finale in sei stagioni (quest’anno a partita secca) è il Catania.

 

Simone Luciani

 

Roma: Curci (11’ pt Doni), Cicinho, Cassetti, Panucci, Tonetto, De Rossi, Aquilani, Taddei, Giuly (38’ st Pizarro), Mancini, Totti (24’ st Perrotta). A disp.: Antunes, Brighi, Esposito, Vucinic. All.: Spalletti.

Sampdoria: Mirante, Campagnaro, Sala (42’ st Pieri), Lucchini (14’ st Gastaldello), Zenoni (24’ st Franceschini), Maggio, Volpi, Del vecchio, Ziegler, Bellucci, Bonazzoli. A disp.: Castellazzi, Koman, Poli, Ferrari. All.: Mazzarri.

Arbitro: Ayroldi di Molfetta.

Marcatori: 16’ st Mancini.

Note: spettatori 27.000 circa. Ammoniti Aquilani, Tonetto, Franceschini.

[30-01-2008]

 
Lascia il tuo commento