Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Verso le dimissioni di Veltroni

l'attesa del Campidoglio

"Il programma è il punto di partenza delle alleanze, non di arrivo". Dice Veltroni, nel loft di piazza Sant'Anastasio, il Pd sembra che correrà da solo a livello nazionale, ma non si escludono accordi a livello locale. Solo che il Partito dei Comunisti italiani, Verdi e Sinistra democratica hanno già alzato la voce "Il Pd vuole correre senza alleati anche a Roma? Noi saremo l'alleato subalterno?!".

La risposta di Veltroni, qualche ora più tardi, è semplice: "Ci si allea sulla base del programma". Chi vorrà dovrà prima accettare il progetto. Intanto alcune certezze arrivano: Bettini sindaco? "Per carità di Dio", sorride lui. Frattini asso del centrodestra? "Per carità, assolutamente no", l'ex ministro usa quasi le stesse parole di Bettini. "Io mi candiderò al Campidoglio con il Fronte della Libertà", proclama invece Sgarbi. La Rosa nel Pugno candida Emma Bonino. Parole, proclami, polemiche, ciò che è certo al momento, è che sulla politica romana non vi sono certezze.
 
 

[29-01-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE