Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Denuncia di pedofilia su You Tube

i minori avrebbero agito di loro iniziativa

Nessun condizionamento da parte dei grandi. I ragazzini di Trastevere che hanno denunciato su internet presunte violenze sessuali in famiglia avrebbero agito di loro iniziativa, organizzando da soli il video inviato su you tube, il sito dove ogni giorno gli utenti di tutto il mondo pubblicano migliaia di filmati fatti in casa.

A dirlo e’ stata la ragazzina, protagonista insieme ai 3 fratelli piu’ piccoli, della denuncia choc. Il pubblico ministero romano maria monteleone si e’ presentata a sorpresa nella scuola della bambina, per eviatre che potesse essere condizionata. Il sospetto dalla magistratura era che i 4 minori fossero statui indotti dal padre a ripetere davanti alla webcam violenze subite da parte della madre e del suo nuovo compagno. Un’inchiesta archiviata quella sulle violenze, ma che ora potrebbe riaprirsi. La bimba infatti, che ha grande dimestichezza col computer, chiamata durante l’ora di educazione fisica ha detto di aver fatto tutto da sola. Alla presenza di un insegnanate ha specificato che quel giorno il padre non era in casa, ed ha raccontato come hanno fatto ad inserire il video sulla rete, dotandosi di apposita password.

Un progetto architettato dai 4 fratelli, in vista della decisione del tribunale dei minori che il 28 febbraio dovra’ stabilire a chi affidarli…sulle accuse di abusi l’inchiesta della magistratura, durata mesi, non aveva poratto a nullam, se non all’archiviazione. Uno dei bimbi aveva confessato di essere stato convinto a dire il falso dal padre. Cosi’ entrambi i genitori sono finiti sotto processo per violenze psicologiche sui figli, al centro di unal unga dispuita matrimoniale. Ma ora, alla luce della nuova audizione, il gip potrebbe decidere di riaprire il fascicolo relaivo ai presunti abusi sessuali.

 
 

[29-01-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE