Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Traffico internazionale di droga

''pizzini'' ordinavano droga dal carcere

Si affidavano ai "pizzini" per dare gli ordini e gestire i corrieri nigeriani assoldati per importare cocaina ed eroina dal Sudamerica all’Europa: ma la squadra mobile romana, in collaborazione con quelle di Napoli, Caserta, Perugia e Macerata, è riuscita a stroncare il traffico internazionale di stupefacenti intercettando il percorso degli stupefacenti e le modalità con cui partivano gli ordini.

Gli agenti, 250 in tutto, 45 in tutto gli arresti effettutati nei confronti di cittadini italiani e nigeriani. L’operazione, denominata "black shoes" dal modo degli spacciatori di nascondere la droga in doppifondi ricavati nelle scarpe, ha consentito di individuare anche le cellule operative sparse in tutto il mondo: dalla Guyana al Suriname, dall’Olanda all’India, fino alla Costa d’Avorio.

Determinante il ruolo delle donne della camorra che provvedevano a mantenere i contatti tra i boss detenuti e i loro affiliati tramite pizzini, foglietti nascosti nelle cuciture dei vestiti e codificati attraverso codici di criptazione.

Le rotte della droga portavano tutte al Bel Paese, destinazione finale Napoli. Tra i reati contestati agli arrestati anche l’associazione mafiosa.

[28-01-2008]

 
Lascia il tuo commento