Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politikamente
 
» Prima Pagina » Politikamente
 
 

Allo sfascio

si va verso il voto anticipato

Una strage politica, un epilogo che ha fatto vergognare molti italiani, un governo traballante caduto a causa di un ministro indagato (e la moglie). Non poteva capitare di peggio a questa povera Italia, già in crisi da anni, e che si avvia verso l'ennesimo purgatorio.

Non ci sarebbe cosa peggiore per il nostro paese che un governo transitorio, un periodo di purgatorio che non farebbe altro che aumentare l'incertezza già alta a causa della crisi dei mercati di borsa.

Finora le consultazioni non hanno chiarito molto sulle sorti del paese, se non il fatto che la maggior parte delle forze politiche non riescono a trovare un accordo per un governo di transizione. Si prospetta, quindi, un voto anticipato, con il PD che scende in campo e Veltroni candidato premier. Alla luce della situazione nazionale, con il Partito Democratico ancora acerbo la favorita non può che essere la destra che se si andasse ad elezioni aticipate non faticherebbe ad andare al governo. Staremo a vedere, l'unica cosa certa è che i nuovi deputati non raggiungeranno il minimo per andare in pensione, poveri! (non avranno 3.000 euro al mese perché non hanno raggiunto i 20 mesi di "lavoro" in Parlamento).

Intanto ci consoliamo con questo giochino, che almeno ci fa sorridere e per qualche minuto ci scordiamo di questa povera Italia.

[27-01-2008]

 
Lascia il tuo commento