Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema
 
 

Bianco e nero

di Cristina Comencini. Con Fabio Volo, Ambra Angiolini, A´ssa Ma´ga

di Svevo Moltrasio

Lui ama lei. Lei ama lui. Ma sono sposati, e per giunta di un colore della pelle diverso. Inoltre a farli conoscere sono stati proprio i rispettivi partner, colleghi nella lotta contro la povertà e il razzismo.

A tre anni dall’immeritato exploit – con tanto di nomination all’oscar – de LA BESTIA NEL CUORE, Cristina Comencini torna in sala con un film più vicino ai toni comici della nostra tradizione cinematografica che alle atmosfere crepuscolari e drammatiche dell’opera precedente. Scritto dalla stessa regista, con la collaborazione di due sceneggiatrici, il film può contare su di un cast di stampo televisivo, ormai sempre più di moda, che gli sta permettendo di ottenere un buon riscontro al botteghino.

Questa storia di amori e tradimenti segue il classico dei canovacci, con il maschio pigro e bamboccione cacciato di casa dopo aver confessato, involontariamente, alla moglie il tradimento. Stessa situazione dall’altra parte, con marito ferito nell’orgoglio che con bambini a carico non sopporta più la vista della bella moglie infedele. La sostanziale novità è nel colore della pelle. Se lui è il solito maschio italiano, lei è una meravigliosa donna senegalese di colore. Dunque le cose si complicano ancora di più per gli inevitabili pregiudizi – da una parte e dall’altra – e anche perché non si capisce proprio cosa possa portare una donna africana di ottima famiglia, con due gioiosi bambini e un marito maturo, a mollare tutto per un pesce lesso nostrano.

Infatti BIANCO E NERO, come accade troppo spesso nel nostro cinema, è scritto a tavolino, con la presunzione di essere interessante grazie solo allo spunto di partenza, privo com’è di spessore nei caratteri dei personaggi e nella realtà sociale che descrive. La buona fattura dei dialoghi accentua le lacune della regista che escono fuori appena i personaggi tacciono – con alcune scene davvero brutte, pensiamo al tentativo fallito di approccio fisico fra i due cornuti -. Fabio Volo e Ambra Angiolini, dando per scontato che siano attori, appaiono quanto meno fuori parte, e nel tira e molla interminabile dei due pazzi innamorati, di impossibile c’è solo la sceneggiatura.

 



votanti: 1
Secondo te quanti euro merita??
 
 
 

[25-01-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE