Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Crisi di governo e il Campidoglio

Veltroni verso le dimissioni

L’incertezza dell’evoluzione della crisi di governo coinvolge direttamente anche il Campidoglio. E' più che concreta la possibilità che il Sindaco di Roma sia indotto a dimettersi in caso di elezioni politiche anticipate. In questo caso il leader del Partito Democratico Veltroni potrebbe scendere in campo in prima persona, come candidato premier, a quel punto dovrebbe lasciare l’incarico di primo cittadino.

Si innescherebbe così un procedimento che prevede l’arrivo in Campidoglio di un commissario, nominato dal Presidente della Repubblica. Si è parlato di Achille Serra, poi è spuntato il nome del prefetto Carlo Mosca. La presenza del commissario servirebbe a condurre il consiglio comunale al rinnovo, c’è da tenere presente però che la legge prevede le elezioni amministrative solo tra il 15 aprile e il 15 giugno. Quindi per votare nel 2008 i tempi già sarebbero molto stretti, bisognerebbe cioè che il sindaco rassegnasse le sue dimissioni entro il 24 febbraio.

Passato questo periodo, non ci sarebbe più il tempo utile ad indire i comizi elettorali e se ne riparlerebbe nelle primavera del 2009, consegnando magari la città ad un lungo commissariamento. La vita della legislatura riguarda anche il governo di Roma, anche per la rilevanza della poltrona a sindaco della capitale che negli ultimi anni ha sempre richiesto candidati di primo piano, è ancora presto per fare il totonomine .

 
 

[25-01-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE