Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Aggressione al vigile urbano

riesplode la polemica sulle armi

Vigili urbani ancora vittime di aggressioni. L’ultimo episodio risale alla notte scorsa quando sul lungotevere testaccio all’altezza di via antinori 5 ragazzi hanno invaso la strada mimando mosse di karate.

Un agente è intervenuto chiedendo al gruppo di liberare il passaggio e di spostarsi sul marciapiede, ma in tutta risposta il vigile urbano ha ricevuto da tutti calci e pugni, medicazione al pronto soccorso e una prognosi di 4 giorni. Un episodio che si aggiunge alla lista già troppo lunga di vigili aggrediti durante l’orario di servizio. Secondo il sindacato sulpm, sono oltre 300 gli agenti che ogni anno finiscono in ospedale perché malmenati per le strade di Roma. Un fatto intollerabile che inevitabilmente riaccende le polemiche sul mancato armamento del corpo che da tempo chiede condizioni di maggiore sicurezza sul lavoro.

Una richiesta sempre negata e perfino bocciata dal consiglio comunale. Il Sulpm non si arrende, si rivolge al governo e a giorni, comunica, organizzerà un presidio di protesta davanti al Quirinale dove chiederà un incontro al capo dello stato Napolitano.

Intanto proseguono le indagini per risalire agli autori dell’ultima aggressione. Una ragazza che ha assistito al fatto avrebbe infatti annotato la targa dell’auto sulla quale viaggiavano i 5 ragazzi.

[21-01-2008]

 
Lascia il tuo commento