Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Roma ad alta velocitÓ

Steso il Catania: 2-0

l'esultanza di De Rossi

Roma più forte delle assenze. Di Totti, prima di tutto. Ma anche di Juan (fuori per un mese), di Perrotta, di Panucci e di Tonetto. Domenica scorsa avevamo celebrato la prima partita con tutti i titolari disponibili, ma è durata pochissimo. Stavolta, però, i giallorossi hanno dominato il Catania senza troppe storie.

Spalletti sceglie Cicinho e Cassetti come terzini, Ferrari per Juan, Giuly per Perrotta e, come sempre, Vucinic per Totti. Il vantaggio arriva alla prima occasione: all'8', sinistro da fuori di Taddei che colpisce il palo e Giuly ribadisce in rete. Il contraccolpo psicologico è fortissimo. Al 19' Vucinic serve Giuly ai 16 metri, il francese non prova il sinistro e serve Mancini, che da posizione defilata fa partire un destro a girare: Polito para col piede. Un minuto dopo, ancora Vucinic entra in area, salta Polito, dal fondo serve Giuly che conclude a porta vuota, con palla deviata in corner dalla difesa. Al 24' ancora Vucinic (ottimo nella prima ora di gioco) prova il destro da fuori, Polito para in due tempi. Al 26', fiammata del Catania: colpo di testa da due passi di Terlizzi su azione di calcio d'angolo, ottimi i riflessi di Doni. Un minuto dopo, Vucinic lancia Mancini a tu per tu con Polito, ma il pallonetto del brasiliano è corto e il portiere para. Alla mezz'ora, destro di Silvestri dal limite e ancora buona risposta di Doni. Nell'ultimo quarto d'ora, da segnalare un paio di conclusioni da fuori di Pizarro e Vucinic, entrambe ben controllate da Polito.

Nel secondo tempo, ancora Roma in pieno controllo del match. Al 4', azione di Vucinic, che in area resiste a un paio di cariche e serve un pallone d'oro a Mancini, che a botta sicura spreca ancora. Poi un paio d'azioni di Mascara: prima un tiro al volo in precarie condizioni d'equilibrio, poi (soprattutto) un'ottima azione personale che lo porta a tu per tu con Doni, ma il tiro è clamorosamente svirgolato. All'11', il raddoppio della Roma. Terlizzi prima regala palla a Taddei, poi stende il brasiliano in area. Il rigore è trasformato da De Rossi. La reazione del Catania stenta ad arrivare, e anzi è la Roma che punge in contropiede. Al 18' bellissima azione personale di Giuly, che a tu per tu con Polito prova un destro parato dal portiere del Catania. Al 23', fuori uno stremato Taddei (in condizioni non perfette) e dentro Aquilani, al primo impegno serio dopo l'infortunio. Il centrocampista è apparso in buone condizioni. Al 38' gran destro di Mancini (prova anonima), con Polito che alza in angolo. Sul fronte siculo, colpo di testa di Tedesco da buona posizione, con palla di poco a lato. L'ultima occasione è per Esposito (entrato per Mancini), che dal vertice sinistro dell'area prova il destro a giro: palla fuori di poco.

Partita praticamente perfetta della formazione giallorossa, che a parte un paio d'occasioni non ha concesso nulla al Catania, e ha creato molto più di quanto ha trasformato. E' comunque importante recuperare gli assenti, anche perché tra poche settimane arriveranno tutti in fila una serie d'impegni durissimi.

Simone Luciani

Roma: Doni, Cicinho, Ferrari, Mexes, Cassetti, De Rossi, Pizarro, Taddei (23' st Taddei), Giuly (32' st Antunes), Mancini (42' st Esposito), Vucinic. A disp.: Curci, Brighi, Della Penna, Unal. All.: Spalletti.

Catania: Polito, Sardo, Silvestri, Terlizzi, Vargas, Izco (18' st Edusei), Baiocco, Biagianti (18' st Tedesco), Martinez (13' st Spinesi), Mascara, Colucci. A disp.: Bizzarri, Gazzola, Llama, Millesi. All.: Baldini.

Arbitro: Orsato di Schio.

Marcatori: 8' pt Giuly, 11' st De Rossi (rig.).

Note: spettatori 30.000 circa. Ammoniti Mexes, De Rossi, Terlizzi, Baiocco, Giuly, Mascara.

[20-01-2008]

 
Lascia il tuo commento