Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Sanita' Roma
 
» Prima Pagina » Sanita' Roma
 
 

Sifilide: Nel Lazio Aumentano i Casi della Malattia Infettiva

I casi di sifilide in Italia raddoppiano di anno in anno, gli indici più alti sono a Roma e Milano. L'allarme è stato lanciato dagli esperti nel corso del XX congresso Anlaids. Dagli esperti dello spallanzani e della asl Rm E, secondo i quali la diffusione della malattia riguarda tutte le categorie sociali: uomini e donne, eterosessualie omosessuali.

La sifilide è una malattia infettiva, il contagio avviene nella maggior parte dei casi attraverso rapporti sessuali a rischio -quindi non protetti dal preservativo-. La malattia può causare cardiopatie, demenza, cecità, paralisi e morte. (nella foto il batterio al microscopio che causa la sifilide).

Inoltre l'infezione della sifilide può incrementare il rischio di acquisizione o trasmissione dell'infezione HIV, il virus che causa l'AIDS. I più colpiti dalla malattia sono prostitute e transessuali.

Nel Lazio si è passati dai 44 casi del 1994, ai 73 nel 2001 fino ai 323 del 2004. In particolare a Roma al San Gallicano fino al 2000 si diagnosticavano fra 10-16 casi l'anno, nel 2004 se ne sono registrati 118. Negli ultimi cinque anni al policlinico Umberto I i casi di malattia sono triplicati. Eclatante il caso della Asl Roma E dove periodicamente vengono controllati oltre 600 transessuali. Di questi il 45% ha contratto la malattia.

[07-12-2006]

 
Lascia il tuo commento