Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

I muscoli del capitano

Totti entra e cambia la partita: la Roma passa il turno di Coppa.

Totti

Una partita spaccata in due. Spaccata in due da Francesco Totti, dal suo ingresso in campo e dal suo impatto sulla gara. Prima, una Roma sicuramente vogliosa, ma incapace di trovare spazi, e bersaglio del contropiede granata. Poi, una squadra straripante.

Spalletti sceglie di tenere a riposo Totti, con problemi a un piede. Al suo posto Vucinic. In difesa a destra, Cicinho. Come detto, nel primo tempo difficile per i giallorossi trovare il bandolo della matassa. Il Torino (come già visto in due gare, quest'anno) è squadra che si chiude bene e riparte meglio. Per fortuna di Spalletti, però, ha dei limiti nella finalizzazione, che ancora una volta emergono, quando Di Michele si presenta a tu per tu con Doni, e spara sul portiere (bravo a chiudere lo specchio). E emergono ancora quando ancora Di Michele, a porta vuota, si fa recuperare da Taddei: occasione propiziata da un destro di Lazetic e da una bella respinta di Doni. Dall'altra parte, le occasioni sono due, consecutive. Prima Mancini a tu per tu con Sereni prova il pallonetto, ma la parata dell'ex portiere laziale è straordinaria. Poi, sul corner successivo, cross deviato di Mexes, e ancora il numero uno granata è costretto a un grande intervento (preso in controtempo dalla deviazione).

Nel secondo tempo, la Roma si presenta con Giuly per Taddei. Il cambio sarà decisivo. Ma l'avvicendamento che cambia il volto della gara è al 13': Totti per Vucinic. Un minuto dopo, Pizarro lancia Giuly che si presenta a tu per tu con Sereni e serve Mancini per il gol a porta vuota. Due minuti, e il francese entra in area, crossa basso e Totti di prima raddoppia. L'andazzo della partita è chiaro: il Torino vede il mondo capovolto e non si riprende più, e dilaga ben oltre i demeriti. Al 28' Mexes trattenuto in area: Totti trasforma per il gol numero 200 (201, secondo qualcuno). Chiude il conto Giuly con il meritato sigillo personale: all'ultimo minuto punta e salta un difensore, punta e salta Sereni e segna a porta vuota.

La Roma passa un turno che si era messo male, dopo la partita d'andata. Duecentesimo gol per Totti, e la dimostrazione, ancora una volta, che l'anima della Roma è lui.

Simone Luciani

[16-01-2008]

 
Lascia il tuo commento