Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Tagli ai Municipi

''Se i tagli fossero quelli illustrati dal governo sarebbero un rischio serissimo per la tenuta delle città e per il posto di lavoro di migliaia di persone''Cosi' il sindaco di Roma Walter Veltroni commentava lo scorso 28 settembre l'ipotesi di un taglio del 6,7 per cento dei fondi stanziati da palazzo chigi agli enti locali, come previsto nella finanziaria 2006.

Il sindaco aveva minacciato di chiudere le metropolitane e di spegnere 20 mila lampioni, niente di tutto questo, i primi veri tagli alle tasche di Roma sono quelli sul territorio e che interessano direttamente i municipi. Il campidoglio ha deciso di dimezzare e le risorse alle ex circoscrizioni, si parla di budget diminuiti del 50 per cento rispetto all'anno precedente. Ecco alcuni esempi: nel 2006 il primo municipio, quello del centro storico, avrà risorse pari a 3 milioni e 443 mila euro, nel 2005 aveva avuto a disposizione quasi il doppio.

Il municipio più povero sarà il XIII, quello di Ostia per intenderci, il piano di investimenti prevede per il 2006 730 mila euro.
Insomma si prevedono tempi duri per gli amministratori dei bilanci municipali ma soprattutto per i cittadini con diminuzione di servizi e infrastrutture depotenziate. I disagi nella nostra città già non sono pochi se ci si mette adesso anche la mancanza di fondi le cose per il 2006 si complicano.
Per fortuna i giochi non sono ancora fatti, la finanziaria è infatti in fase di preparazione e ci sono altri 2 mesi di tempo per apportare correzioni. Intanto però il comune è stato costretto a varare il piano di tagli ai municipi.
Vada come vada a rimetterci sembra proprio che saranno i cittadini.

[10-11-2005]

 
Lascia il tuo commento