Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Duplice omicidio passionale

due donne sgozzate, arrestato un 31enne

l'ingresso dell'hotel dove è avvenuto il duplice omicidio

La gola tagliata, a pochi metri l’una dall’altra, in un lago di sangue. Sono state trovate così, questa notte, dai carabinieri, due ragazze rumene di 20 e 21 anni. Il duplice omicidio è avvenuto nell’hotel dei Mille, in via dei Mille, non distante dalla stazione Termini, dove le due ragazze vivevano assieme al fidanzato della più giovane.

E non è stato difficile, in poche ore, ricostruire la storia delle due donne: subito i sospetti si sono indirizzati verso il convivente, anche lui rumeno, di 31 anni, che prima con una telefonata anonima ha chiamato il 112 inorno alla mezzanotte per avvertire della presenza di due cadaveri nell’albergo, poi si è dileguato. Grazie al cellulare, però, gli uomini dell’arma lo hanno rintracciato a Colle Oppio con in tasca una lama da barbiere ancora sporca di sangue.

L’uomo, con precedenti per furti e droga, è stato arrestato e sarà processato per omicidio plurimo aggravato.

"La mia fidanzata mi tradiva, voleva lasciarmi, e la sua amica le reggeva il gioco". Sta in queste poche parole, ripetute piu' volte nel corso di un interrogatorio durato poco piu' di due ore, la chiave del duplice omicidio dell'hotel in via dei Mille. Marian Negoita, 31 anni, romeno, ha confessato praticamente subito di essere l'assassino di Alina Clara Bulal, 21 anni, la sua compagna, e di Ionica Urda, 20 anni, l'amica di lei. La prima a morire, mentre faceva la doccia, e' stata Ionica, poi e' toccato ad Alina: per entrambe un taglio netto alla gola, inferto con il rasoio comprato poche ore prima.

[05-01-2008]

 
Lascia il tuo commento