Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Strage di Guidonia

indagata madre e sorella del killer

Concorso in strage e detenzione illegale di armi. Sono queste le accuse che il pubblico Ministero di Tivoli Salvatore Scalera, ha rivolto a Angela Bufalieri e Anna Spagnoli, madre e sorella di Angelo Spagnoli che il 3 novembre scorso, a Guidonia Montecelio, sparò dal balcone della sua abitazione sui passanti, uccidendo due persone e ferendone altre sette.

Secondo il magistrato inquirente alcune delle armi usate nella strage erano intestate alle due donne e non dovevano essere nella disponibilità dello Spagnoli; nei precedenti interrogatori madre e sorella avevano sempre dichiarato di non aver compreso le intenzioni dell’uomo,  che invece stava preparando minuziosamente una strage, allestendo perfino una sorta di trincea sulla terrazza della palazzina e  trappole esplosive sulle scale.

Spagnoli, ex capitano dell’aviazione , è indagato per strage, detenzione illegale di armi ed esplosivi. Domani sarà nominato uno psichiatra che lo visiterà nel carcere di Rebibbia per stabilire  se l’infermità mentale è totale o parziale.

La perizia dovrà anche pronunciarsi sull’attuale stato di pericolosità del 52enne militare in pensione.      

 
 

[03-01-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE