Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Corruzione al Comune. Mazzette per Diventare Italiani

20 mila euro per essere italiani e un giro di corruzione con a capo un funzionario del I Municipio. Un anno di indagini: 161 perquisizioni, 173 indagati e più di 100 persone arrestate. Nella notte tra il 14 e il 15 Novembre la squadra mobile di Roma ha stroncato un traffico di false documentazioni all'anagrafe.
Coinvolti nel giro delle cittadinanze a pagamento anche altri 7 dipendenti comunali tra impiegati e vigili urbani, per anni l'organizzazione avrebbe agito indisturbata e potrebbero essere migliaia i documenti falsi emessi illegalmente. Un volume d'affari che dal 2001 avrebbe fruttato ai falsari circa 2 milioni e 500 mila euro.

A richiedere la cittadinanza erano soprattutto stranieri residenti all'estero, per la maggior parte nomadi, c'è anche chi è venuto appositamente da altri paesi per "comprare" i documenti. Il listino prezzi dell'anagrafe parallela partiva dai 1.500 euro per un certificato di residenza, 3.000 euro per una carta d'identità fino ai 20 mila euro per diventare, di fatto, cittadini italiani.

Si poteva ottenere la cittadinanza attraverso l'acquisizione di false paternità o addirittura clonando carte d'identità di cittadini inesistenti. I documenti erano praticamenti perfetti, solo le generalità erano false e in caso di controllo gli stranieri non avrebbero avuto nessun problema.
Il sindaco di Roma Walter Veltroni ha espresso subito il suo apprezzamento per l'operazione condotta dalla magistratura. Diventare italiani con una mazzetta, da oggi, sarà più difficile.

 
TAG: - mazzette
 

[15-11-2005]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE