Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Carabiniere morto dopo inseguimento

rinviato a giudizio l'uomo che lo speronò

l'auto dei Carabinieri dopo l'incidente a Torrenova Era alla guida di un furgone rubato e durante la folle corsa a Torrenova a sud di Roma, il 4 luglio scorso, causò la morte del carabiniere Roberto Sutera, che lo stava inseguendo a bordo di una vettura di servizio.

La procura della Repubblica di Roma ha rinviato a giudizio Massimo Savo Sardaro, 38 anni per le accuse di omicidio aggravato, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale, ricettazione e danneggiamento. Il procuratore aggiunto di Roma Italo Ormanni e il pm Francesco Polino, hanno chiesto al giudice dell’udienza preliminare di processare anche Giuseppe Sechi, che favorì la copertura di Sardaro, e gli offrì ospitalità dopo l'incidente.

L’inseguimento avvenne a Torrenova: la Fiat Stilo con l'appuntato Sutera e Francesco Denaro, un carabiniere di 25 anni ferito in modo lieve, venne speronata dal furgone rubato da Sardaro. L'auto dei militari effettuò una carambola sulla corsia del grande raccordo anulare, si ribaltò più volte e i due militari vennero sbalzati fuori dall'abitacolo: Sutera morì sul colpo.
 
 

[21-12-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE