Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema
 
 

Nella valle di Elah

di Paul Haggis. Con Tommy Lee Jones, Charlize Theron, Susan Sarandon

di Svevo Moltrasio

Un militare in pensione indaga sulla scomparsa del figlio militare in Iraq. Aiutato da una detective raccomandata ma intraprendente, porterà a galla agghiaccianti e scomodi avvenimenti che metteranno a dura prova il suo patriottismo.

A distanza di due anni dal sopravvalutato e pluripremiato CRASH , lo sceneggiatore Paul Haggis torna dietro la macchina da presa: NELLA VALLE DI ELAH è stato presentato all’ultimo festival di Venezia dove ha ricevuto buone critiche senza ottenere però riconoscimenti. La sceneggiatura era passata anche per le mani di Clint Eastwood, e difatti più di un aspetto richiama alla memoria le tematiche del suo cinema. Le carte in regola per un grande film, secco e duro, ci sono tutte, ma Haggis non è Eastwood. E si vede.

Questa indagine privata, portata avanti dal veterano di guerra ormai in pensione nella disperata ricerca del figlio soldato scomparso appena rimpatriato, porta alla luce mostruose verità e soprattutto smaschera il finto onore di militari svuotati dall’esperienza bellica. Il punto di forza della pellicola risiede nella recitazione di Tommy Lee Jones, trattenuta e commovente, che regala al suo impassibile personaggio una massiccia dose di umanità che permette alla narrazione di dilungarsi in una moltitudine di finali.

Sembra risiedere proprio nella sceneggiatura la pecca principale del film, con un accumularsi di situazioni e tematiche che appesantiscono il vero senso del film. Probabilmente è proprio la regia invece a non riuscire a focalizzare il tema dell’opera, e Haggis, certamente più misurato e meno furbo che nel suo film d’esordio, non riesce ancora a trovare i tempi giusti sia nella chiusura dell’intera vicenda che nella struttura delle singole scene. Certo alcuni momenti colpiscono nel segno – pensiamo alla confessione finale davanti allo sguardo del protagonista – ma si ha la sensazione di un’occasione persa.

 


Secondo te quanti euro merita??
 
 
 

[20-12-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE