Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Negò l'elemosina e venne ucciso

condannati a 10 anni gli aggressori

Fu picchiato a morte da due tossicodipendenti a cui aveva rifiutato l’elemosina, era il 21 dicembre dell’anno scorso quando giampiero stramucci, una guardia giurata di 62 anni, fermo ad un semaforo a bordo della sua auto a monteverde fu aggredito da cinzia pellegrino e riccardo memeo e ucciso per pochi spiccioli.

I due, accusati di omicidio preterintenzionale, sono stati condannati al termine del rito abbreviato a dieci anni di reclusione.
Il giudice ha anche deciso che i due risarciscano in sede civile il figlio di stramucci con un versamento di 50 mila euro.

Al semaforo di via Dunant, lo scorso dicembre giampiero stramucci fu avvicinato dai due mendicanti che gli chiedevano denaro, l’uomo si rifiutò e la coppia iniziò ad aggredire con insulti e parolacce. Da lì nacque una rissa, i due mendicanti lo aggredirono con pugni e calci lanciandolo al semaforo in fin di vita. Stramucci morì durante il trasporto all’ospedale.

Gli agenti intervenuti sul posto dell'aggressione trovarono 50 centesimi, forse i soldi dati dalla vittima alla coppia, una cifra forse ritenuta troppo bassa.

[13-12-2007]

 
Lascia il tuo commento