Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Taxi, salta la trattativa

spaccatura tra i sindacati

I tassisti si dividono. Da una parte c’è l’ala più dura ed estrema che ha interrotto ogni canale comunicativo e rifiuta di andare all’incontro di lunedì in Campidoglio con il sindaco Veltroni. Dall’altra ci sono Unica Taxi Cgil, Cisl, Uil, Ugl e altre sigle sindacali che ribadiscono che non lasceranno il tavolo delle trattative e che andranno all’incontro.

La categoria si è spaccata nella riunione di ieri sera. I tassisti si sono incontrati intorno alle 21 alla nuova Fiera di Roma per decidere come rispondere alle soluzioni proposte dal sindaco che prevedono, tra le altre cose, il rilascio di 500 nuove licenze. Iniziativa, questa, che aveva scatenato l’ira dei tassisti e che aveva portato a due giorni di sciopero selvaggio.

Poco prima dell’inizio dell’assemblea, alcune sigle sindacali, capeggiate da , hanno diffuso una nota che non sembra lasciare spazio al dialogo. Ma sembrerebbe che, almeno per ora, i falchi non cerchino lo scontro frontale. “Nonostante la nostra contrarietà – si legge nel comunicato – ci vediamo costretti alla impossibilità di attuare le legittime forme di protesta costituite dall’esercizio del diritto costituzionale di sciopero. Intraprenderemo invece una lunga e capillare campagna volta a divulgare la reale situazione in cui ci troviamo a operare”.

L’assemblea è quindi cominciata con i due fronti contrapposti ed è andata avanti per tutta la notte toccando più volte forti momenti di tensione. Lunedì il prossimo round.

[07-12-2007]

 
Lascia il tuo commento