Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Sanita' Roma
 
» Prima Pagina » Sanita' Roma
 
 

Sanità: il Tar boccia i tagli ai laboratori

piano anti deficit in difficoltà

Il piano antideficit della sanità regionale schricchiola; il Tar ha bocciato il tariffario nazionale delle analisi di laboratorio e la delibera regionale che riduceva i finanziamenti agli stessi laboratori imponendo tetti al numero di prestazioni che la sanità regionale avrebbe pagato.

Questo mette in disucssione il piano di tagli previsto dalla giunta regionale che contava di risparmiare sulle spese dei laboratori privati per risanare il deficit miliardario del bilancio.

Il ricorso accolto dal tar era stato presentato a giugno dai laboratori di analisi aderenti a Federlazio sanità :“Noi abbiamo fatto le nostra proposte all’assessorato alla Sanità e al Presidente Marrazzo ma non sono state ascoltate – accusa il Presidente di Federlazio Sanità Claudia Tulimiero Melis. Secondo noi il ministero e la Regione stanno adottando un piano anti deficit che non fa altro che agevolare le grandi lobby, il servizio pubblico, svantaggiando solo il privato”

La prima conseguenza della sentenza del Tar è l’annullamento del recente pre-accordo fatto con l’assessorato alla sanità della regione. Da domani, quindi, riprenderà la regolare assistenza a carico del servizio sanitario regionale, per il quale i cittadini laziali pagano già le proprie imposte. Ma le proteste dei laboratori di analisi si sommano a quelle che cominciano ad alzarsi da grandi ospedali capitolini, in prima fila i policlinici universitari: dal Gemelli, al policlinico Umberto I. Se Marrazzo dovesse ridurre ulteriormente i finanziamenti i soldi per gestire queste grandi strutture sarebbero davvero ridotti all’osso.

[07-12-2007]

 
Lascia il tuo commento