Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Slam dunk
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Slam dunk
 
 

Eurolega 2007-2008: Virtus sconfitta dal Barcellona

Ennesima sconfitta europea per la Virtus Roma, che cade in casa contro il Barcellona di Ivanovic. Nonostante vincere questo incontro significasse rimettersi in corsa per accedere alle Top 16, Roma ha completamente sbagliato l’approccio alla gara, giocando molle, distratta, a tratti quasi senza voglia.

I capitolini hanno perso l’incontro in vernice( 23-37 il conto dei rimbalzi per i catalani), spazzati via da un grande Mario Kasun (18 punti, 7/8 dal campo), e da due giocatori silenziosi ma letali, Trias e Grimau, che specialmente in difesa hanno fatto la differenza. Segnali negativi sono arrivati da Allan Ray (6 punti), abulico in attacco e in difesa, poco coinvolto, decisamente poco leader. Da segnalare l’esordio europeo per Daniels, che in 6’ ha realizzato 3 punti, palesando una condizione di forma ancora non buona.

Primo quarto in cui sostanzialmente si decide l’incontro. Roma parte molto lentamente, troppo lentamente, e il Barça ne approfitta subito; un ispirato Basile ( 8 punti nel primo quarto, 15 a fine gara) e Kasun fanno il vuoto, mentre la Virtus attacca con lentezza e affanno la difesa catalana. Il pick’n roll orchestrato da Pepe Sanchez porta sempre punti in dote agli uomini di Ivanovic, che alla fine dei primi 10 minuti sono avanti 22-9.

Nel secondo quarto Roma prova a rientrare in gara alzando la pressione difensiva, riuscendo a rosicchiare punti ad un Barcellona che però sembra poter tranquillamente tenere sotto controllo la situazione. Lorbek e Fucka tengono in partita la Lottomatica, incapace, tuttavia, di trovare un esterno in grado di realizzare punti con costanza. La Virtus non riesce praticamente mai ad arrivare al ferro (e da fuori non è che fiocchino i canestri), mentre i catalani continuano il dominio sotto le plance. Alla fine del primo tempo Roma è sotto 31-37, con il punteggio che lascia qualche speranza agli uomini di Repesa..

L’intero secondo tempo, però, non offre molti spunti. Eccezion fatta per i primi minuti di terzo periodo, nei quali la Virtus torna fino a -3, il resto è un monologo dei catalani, letali dall’arco con Lakovic ( per la verità sfidato un po’ troppo al tiro) e molto concentrati in difesa, troppo superiori sul piano dell’agonismo e del fisico, insomma per tutti i 40’ semplicemente più bravi.

Roma non trova mai la necessaria lucidità in attacco, insistendo con inefficaci uno-contro-uno, che creano confusione e non producono punti. Risultato finale 65-74 per il Barça, con i tifosi romani costretti a buttar giù l’ennesimo boccone amaro.

La Virtus ora vede ridursi sempre più le speranze di accedere alle Top 16, anche se tuttavia le prossime gare contro Roanne, Panathinaikos e Real Madrid potranno darci un quadro più chiaro sulla classifica finale del gruppo C.

 

Marco De Leo

[29-11-2007]

 
Lascia il tuo commento