Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Torrevaldaliga: blitz di Greenpeace

protesta in mutande contro il carbone

Un centinaio fra attivisti di Greenpeace e no coke dell'Altro lazio si sono messi "in mutande" sotto la nave rompighiaccio Artic Ocean attraccata questa mattina al porto di Civitavecchia per protestare contro "l'inesistente politica del Governo italiano sul protocollo di Kyoto - spiega Francesco Tedesco, responsabile della campagna energia e clima di Greenpeace - Civitavecchia con la riconversione a carbone della centrale Enel di Torrevaldaliga Nord rappresenta il simbolo della politica fallimentare del
Governo su Kyoto".

Mentre in porto gli attivisti restano "in mutande", alcuni militanti dell'associazione ambientalista "due svizzeri, una polacca e sei italiani si sono arrampicati su una delle gru del cantiere e hanno affisso alcuni striscioni.

"Abbiamo bisogno di fonti rinnovabili - prosegue Tedesco - non di aprire nuove centrali contribuendo con queste ad emettere altre 10 milioni di tonnellate di Co2 in più in atmosfera che si aggiungono all'attuale quantità da ridurre per raggiungere gli
obiettivi di Kyoto".

 
 

[26-11-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE