Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Rito abbreviato per Doina

accolte le richieste dei difensori

Doina Matei

E’ stata ammessa al rito abbreviato Dina Matei: la romena che il 26 aprile scorso all’interno della metropolitana a termini uccise la studentessa romana Vanessa Russo trafiggendola ad un occhio con la punta di un ombrello.

Il processo davanti al giudice per le udienze preliminari inizierà il 17 dicembre prossimo e quel giorno saranno ascoltati anche i consulenti del pubblico ministero e quelli dell'imputata.

Lo ha deciso stamattina il gup, Donatella Pavone, che ha accolto le richieste dei difensori Carlo Testa Piccolomini e Giuseppe De Napoli. Matei è accusata di omicidio volontario aggravato dai futili motivi. La sua versione è sempre la stessa: non aveva intenzione di uccidere Vanessa, per questo i suoi avvocati continuano a ritenere insussistente l'accusa di omicidio volontario. Questa mattina in aula c’era anche la madre di Vanessa. Composta e di poche parole la signora Rita ha solo dichiarato: "speriamo di avere giustizia".

Il primo capitolo giudiziario sulla vicenda si è concluso due settimane fa con il rimpatrio di costantina: la romena minorenne inizialmente accusata di favoreggiamento nell’aggressione compiuta dalla Matei.

In suo favore agli inizi di novembre si sono espressi i giudici del tribunale dei minori che con un provvedimento di due pagine hanno motivato il rimpatrio della ragazza.

 
 

[19-11-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE