Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Sulla morte di Sandri parla Manganelli

il capo della polizia ''leggerezza imperdonabile''

il capo della Polizia Manganelli

Il Capo della Polizia Antonio Manganelli parla di Gabriele Sandri e lo definisce “vittima involontaria di una leggerezza imperdonabile”. Parla durate una cerimonia a Bologna per inaugurare il Polo Tecnico Funzionale della Polizia di Stato intitolato alla memoria di Emanuele Petri, l’agente ucciso sul treno Roma-Firenze durante l’operazione che portò all’arresto della terrorista Nadia Desdemona Lioce.

"L'istituzione che io dirigo porta tutto il peso della tragedia di Arezzo. Io personalmente ne porto la sofferenza – dice il capo della polizia - Dobbiamo essere consapevoli che dobbiamo dare una risposta trasparente a una domanda di verità e di giustizia che ci viene da ogni parte del paese". Ad ascoltare il discorso di Manganelli anche il Premier Romano Prodi che subito commenta: “Dalle parole pronunciate dal capo della polizia, emerge un'immagine di Polizia che risponde al Paese ed è trasparente".

Soddisfatta del discorso bolognese anche la Famiglia di Gabriele “E' bello che le istituzioni si stringano alle parti offese” ha fatto sapere attraverso il suo avvocato Michele Monaco.

"Si tratta - ha aggiunto il legale - di affermazioni in linea con quanto detto dal capo dello Stato ai familiari di Gabriele. Il presidente Giorgio Napolitano ha dato certezze di trasparenza e l'intervento di oggi di Manganelli dimostra che si intende seguire quella strada. Tutto ciò è molto bello e positivo".

 
 

[19-11-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE