Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema
 
 

Giorni e nuvole

di Silvio Soldini. Con Margherita Buy, Antonio Albanese

di Svevo Moltrasio

Lui è da due mesi senza lavoro. Lei, la moglie, lo viene a sapere solo dopo aver preso la laurea. Le certezze crollano, le difficoltà aumentano e il rapporto si logora. Con una figlia ribelle, e amici comprensivi e altri meno, la coppia vivrà un periodo terribile.

A tre anni da AGATA E LA TEMPESTA, Silvio Soldini torna al cinema con GIORNI E NUVOLE, pellicola presentata in anteprima alla recente seconda edizione della Festa del Cinema di Roma, dove ha riscosso buoni consensi. Scritto come al solito a più mani, tra cui anche quelle del regista, il film si svolge a Genova e segna un allontanamento da certe atmosfere surreali frequenti nell’ultima produzione di Soldini.

Nel raccontare il lento logorio di una coppia borghese, dovuto al licenziamento dell’uomo e al susseguirsi di difficoltà, il regista adopera una messa in scena distaccata, pedinando i protagonisti e senza ricercare l’identificazione tra questi e gli spettatori. Quello che ne viene fuori è uno spaccato amaro e angosciante, soprattutto nelle diverse reazioni dei personaggi: meno arrendevole lei, che quasi si rifà una vita con tanto di avventura extraconiugale, più rancoroso e impacciato lui con degrado fisico e psicologico.

E finché Soldini segue l’allontanamento tra i due, utilizzando macchina a mano e frequenti piani sequenza, riesce a raccontare un ritratto in disfacimento particolarmente riuscito, grazie anche alle performance degli attori, sempre misurati e che non disdegnano l’ironia. Meno convincenti sono gli innesti più poetici, come i quadri che aprono e chiudono il film, o il rapporto, davvero superfluo, tra il marito e il padre. Un cinema di grande mestiere e buon tocco, senza cadute di stile e con scarse banalità, ma privo dello scarto che lo può innalzare a qualcosa di più dalla solita e solida produzione del regista.

 

 


Secondo te quanti euro merita??
 

[18-11-2007]

 
Lascia il tuo commento