Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
A tutto gas
 
» Prima Pagina » Sport Roma » A tutto gas
 
 

Quale 2008 per i piloti italiani in F1?

Prospettive davvero poco rosee in vista della prossima stagione per i nostri portacolori

Mentre Michael Schumacher si diverte a stampare tempi record di dubbia utilità nei primi test invernali e domani dovrebbe esser reso noto l'atteso verdetto della Fia sul ricorso Mclaren (ribadiamo, sono pochissime le probabilità che cambi qualcosa), nel Circus della F1 appare piuttosto grigia, come forse non accadeva da diversi anni, la situazione dei nostri drivers. Nessuna new entry e tante perplessità per i veterani. Giancarlo Fisichella in pratica è appeso al filo della decisione che prenderà Fernando Alonso, ma al momento sembra difficile ipotizzare la sua permanenza in Renault, dove comunque sarebbe in ogni caso condannato al ruolo di seconda guida e quel che è peggio è che non si vedono grandi alternative all'orizzonte. Nelle ultime ore il nome del romano è stato persino accostato a quello della Force India (la vecchia Spyker per intenderci) che sembra sempre più configurarsi come l'ultima spiaggia agognata dai disperati se pensiamo che per un posto solo (al fianco di Sutil, che dovrebbe essere confermato) si battono in questi giorni anche Vitantonio Liuzzi, Cristian Klien e Ralf Schumacher. A conti fatti dunque quello messo meglio attualmente è Jarno Trulli che correrà ancora con la Toyota. Certo però che se la vettura giapponese dovesse ripetere i risultati del 2007 è improbabile che il pescarese possa darsi ai salti di gioia.

Giuseppe Ciliberto

[15-11-2007]

 
Lascia il tuo commento