Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Folla ai funerali di Sandri

l'ultimo saluto all'ultras laziale

In migliaia a dare l'ultimo saluto a Gabriele Sandri, "Giustizia, giustizia. Giustizia subito" ha urlato la folla. Urla isolate, ma anche cori e poi un lungo applauso che ha salutato l'uscita del feretro. Sono finiti così i funerali di Gabriele Sandri, celebrati nella chiesa San Pio X. La bara coperta di sciarpe di tutte le squadre di calcio è stata portata in spalla dal padre, dal fratello, dall'avvocato di famiglia e da alcuni amici.

Più di 5.000 persone hanno seguito le esequie dalla piazza di fronte alla chiesa, dove le saracinesche dei negozi erano state abbassate in segno di lutto. C'è stato anche un lungo abbraccio tra il sindaco di Roma Veltroni e i genitori del ragazzo scomparso ucciso domenica in un autogrill presso Arezzo. In chiesa era presente anche l'intera squadra della Lazio, guidata dall'allenatore Delio Rossi e applaudita da tutti i presenti.

Alla fine della cerimonia un episodio che non passa inosservato: "Polizia bastarda" strilla a squarciagola un tifoso davanti alla chiesa di San Pio X dove si sono appena conclusi i funerali di Gabriele Sandri. È però una voce fuori dal coro, messa subito a tacere dai "buuu" e dai fischi delle centinaia di tifosi presenti, che poi hanno intonato anche l'Inno nazionale.

Ad accogliere la bara migliaia di persone, amici o semplici conoscenti di Gabriele Sandri. Per lui all'entrata nella chiesa un grande striscione bianco con una scritta nera: "Ciao Gabriele, da oggi sarai sempre un angelo nel cielo", firmato dagli amici della Balduina. Impossibile contare le corone e i mazzi di fiori appoggiati sul sagrato della chiesa. Tra queste, quelle del Comune di Roma, del capo della polizia, di tutte le società calcistiche e anche quelle di semplici cittadini e amici del tifoso ucciso domenica scorsa.

C'era anche Francesco Totti nella chiesa di San Pio X, alla Balduina, per dare anche lui l'ultimo saluto a Gabriele Sandri. Il capitano della Roma era con l'allenatore giallorosso Luciano Spalletti e c'è stato un abbraccio commosso con i familiari di Gabriele.

 
 

[14-11-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE