Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Caso Sandri: agente indagato per omicidio colposo

un testimone: ''ha sparato con le braccia tese''

E’ indagato per omicidio colposo Luigi Spaccatorella, l’agente della Polizia Stradale che ha sparato e ucciso il tifoso laziale Gabriele Sandri. Ma “c’è la possibilità che la rubricazione di reato di omicidio colposo possa avere una evoluzione peggiorativa” ha detto il questore di Arezzo.

Emergono intanto i primi risultati dell’inchiesta, annunciati proprio dal questore di Arezzo durante una conferenza stampa. In base ai primi esiti delle perizie risulta che uno dei due colpi sia stato sparato ad altezza uomo, il perché è ancora da stabilire; secondo il questore è probabile che l’agente abbia mirato alle gomme, prendendo un rischio enorme. Sul corpo di Gabriele è stata trovata l’ogiva del proiettile, compatibile con quelle delle pallottole utilizzate dalla polizia. E’ stato inoltre trovato un bossolo e si sta cercando l’altro.

Spunta anche un testimone: un rappresentante di commercio romano che ieri mattina si trovava proprio nell’area di servizio da dove l’agente avrebbe sparato. “Ha sparato impugnando la pistola con entrambe le mani e le braccia tese. Non mi pare avesse sparato in aria”, questa la sua testimonianza.

Domenica intanto niente partite. Dopo le dichiarazioni del ministro dello Sport Giovanna Melandri, che aveva chiesto al mondo del calcio "un gesto significativo", i campionati di serie B e C domenica si fermeranno. Il provvedimento, deciso dalla riunione della Federcalcio conclusasi in serata, non riguarda invece la A, che non avrebbe comunque giocato per la concomitanza della trasferta della Nazionale in Scozia, che scenderà in campo con il lutto al braccio.

Per quanto riguarda la sicurezza più poteri a prefetti e questori . Per rendere efficaci queste disposizioni non sarà varato un nuovo decreto, ma verranno aumentati i poteri decisionali di prefetti e questori, autorizzandoli i primi a rinviare e i secondi a sospendere le gare con maggiore facilità, anche in caso di incidenti fuori dagli stadi. Saranno anche inasprite le regole per l'acquisto dei biglietti, introducendo anche la tessera del tifoso per verificare con maggiore precisione i dati anagrafici. Inoltre, se fino a ieri si potevano aquistare fino a quattro biglietti (uno per sé e tre per amici), d'ora in poi nessuno potrà comprare più di un tagliando. Inoltre questi saranno disponibili solo nelle rivendite della provincia della squadra di casa.

Testo Legge 41/2007 - Gu 80 del 5.04.2007 contro il calcio violento

 
 

[12-11-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE